Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


CANCRO RENALE, POLMONARE, Rischio Congenito
dott. Stagnaro Sergio, The LancetOctober 13, 2007
"Bedside Evaluation Tobacco's action on Biological System"
http://www.thelancet.com/journals/lancet/article/PIIS0140673607614822/comments?action=view&totalComments=2#1286

Inutilita' della Chemio per sopravvivenza canceroso:
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/entrez/query.fcgi?cmd=Retrieve&db=pubmed&dopt=Abstract&list_uids=15630849&itool=pubmed_Abstract

Le sperimentazioni dell'ISS (Istituto Sup. di Sanita' - Italy) partono dall'evidenza che l'ambiente (Terreno)
in cui si sviluppa un tumore maligno è anch'esso acido
e le vaccinazioni e certi farmaci, producono facilmente l'alterazione del terreno verso l'acidosi....
L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Nutriterapia Biologica Metabolica x Cancro
  Circolazione sanguigna: prevenzione degli infarti e del cancro. I citrati eliminano calcificazioni arteriose. Gli ascorbati fanno il resto !

REALE RISCHIO CONGENITO di CANCRO RENALE - Diagnosticato con la Semeiotica Biofisica: il Segno di Pollio*
 "Lentamente muore chi abbandona un progetto prima di iniziarlo, chi non fa domande sugli argomenti che non conosce, chi non risponde quando gli si chiede qualcosa che conosce".
(Martha Medeiros, Ode alla vita)

Quello che gli Urologi sanno.
I tumori renali (CR) rappresentano circa il 3 per cento delle neoplasie maligne e sono in continuo aumento: si calcola che ogni anno 4.000 persone in Italia sono colpite da CR, sui 27.000 nuovi casi diagnosticati in Europa. Il carcinoma renale è il terzo tumore urologico più frequente dopo quello prostatico e della vescica.
Tutti i medici, inclusi gli urologi, sono d'accordo sul fatto che la sua guarigione si ottiene con la diagnosi precoce, "conditio sine qua non" del tempestivo intervento terapeutico, oggi arricchito dalla laser-terapia applicata per via laparoscopica direttamente sopra il cancro, se di dimensione inferiore a 4 cm.

Purtroppo, oggi la diagnosi del CR è posta quasi sempre tardivamente in presenza della fenomenologia clinica: dolore al fianco, massa addominale palpabile, colore scuro delle urine da ematuria macroscopica, dimagramento, metastasi a distanza, varicocele più spesso a sinistra, come conseguenza della stasi ematica nella vena testicolare da parte della invasione neoplastica della vena renale (la vena renale di destra drena direttamente nella vena cava inferiore). Altri segni clinici d'esordio, sempre tardivi, sono: turbe della visione, pallore, stipsi, ipertensione arteriosa, ipercalciemia.
In realtà, nella maggior parte dei casi di CR, per anni e decenni (vedi avanti !) non c'è alcuna sintomatologia clinica e questo fatto spiega il ritardo nel riconoscere la lesione renale neoplastica, con negative conseguenze sui risultati terapeutici.

Quello che gli Urologi NON sanno
Nel mondo della comunicazione al suo vertice è paradossale e desolante per un ricercatore la difficoltà di comunicare i progressi scientifici originali, innovativi, significativi, anche se in rete in celebri siti, come www.ilpungolo.com - vedi i miei numerosi articoli in Scienza, “The Lancet”, “Ann. Int. Med.”, “Nature e Science”- Bibliografia in: www.semeioticabiofisica.it 

A mia conoscenza, non esiste urologo ed oncologo al mondo che, ignorando la Semeiotica Biofisica Quantistica, sia in grado di riconoscere il Terreno Oncologico ed il Congenito Reale Rischio Oncologico di CR !
A questo proposito, ho chiesto via e-mail a stimati oncologi italiani e stranieri, tra cui l’“American Cancer Society” e il “British Journal Cancer” Editorial Office, se conoscono questi nuovi progressi dell'oncologia, su cui è fondata la futura prevenzione primaria del cancro, solido e liquido, su vastissima scala e in individui razionalmente selezionati - vedi anche in questo sito: Lettera Aperta al Ministro G. Sirchia.
La mia ben motivata convinzione non è mai stata falsificata da numerosi urologi italiani e stranieri.

Purtroppo, i medici credono erroneamente che tutti gli individui nel corso della loro vita possano essere colpiti dal tumore maligno, solido o liquido, magari con differente probabilità. Tra le conseguenze nefaste di questa presupposizione, da me più volte denunciata, sono gli infiniti esami inutili e costosi, l'evitabile terrorismo psicologico ed il crescente numero di tumori maligni.
Una ormai lunga e sicura esperienza clinica mi permette di affermare che il paziente predisposto al CR, analogamente a quanto avviene in tutti gli altri tumori maligni, solidi e liquidi (ibidem), a partire dalla nascita è positivo per il Terreno Oncologico ed è colpito dal Reale Rischio Oncologico Congenito in una precisa area renale.
Personalmente non ho mai visto più rischi di CR nello stesso individuo, il che non esclude ovviamente questa possibilità.

La diagnosi clinica, quantitativa, di queste alterazioni del sistema psico-neuro-endocrino-metabolico e del secondario rimodellamento microvascolare nell'area istangica sede del Reale Rischio Congenito richiede pochi secondi al medico esperto in Semeiotica Biofisica Quantistica.
Interessante il fatto che l'assenza del Terreno Oncologico, escludendo senza dubbio alcuno la possibilità di oncogenesi, indirizza in modo razionale l'esame obiettivo sulla base delle eventuali costituzioni semeiotico-biofisiche del paziente: non ha alcun senso, per esempio, perdere tempo nel ricercare il diabete mellito nell'individuo privo della Costituzione Semeiotico-Biofisica Diabetica (Stagnaro S., West PJ., Hu FB., Manson JE., Willett WC.
Diet and Risk of Type 2 Diabetes. N Engl J Med. 2002 Jan 24;346(4):297-298 [Medline]).
Il lettore comprende facilmente che quanto riferito a proposito del CR vale anche per i tumori in altre sedi dell'apparato urinario (vedi di seguito).

Il Segno di Pollio: Diagnosi del Reale Rischio Congenito di Cancro Renale
Per riconoscere nel modo più semplice possibile, ma anche affidabile, il Reale Rischio Congenito del CR, o di altre sedi della trafila urinaria, naturalmente, è indispensabile la conoscenza della semplice Percussione Ascoltata dello stomaco, che consente di valutare i diversi valori parametrici del riflesso gastrico aspecifico (= nello stomaco, il fondo ed il corpo sono dilatati, mentre il giunto antro-pilorico è contratto) (Fig.1) (V. www.semeioticabiofisica.it , Pagina Tecnica N° 1; Bibliografia N° 15 e 97).

L'esatta comprensione, invece, di quanto segue è correlata alla conoscenza sicura di Semeiotica Biofisica Quantistica, riferite in una ormai vasta letteratura (ibidem, N° 169 – 179). Infatti, in numerosi articoli, in gran parte scritti in collaborazione con l'amico Paolo Manzelli, ho dimostrato l'esistenza della realtà non-locale, accanto a quella locale, nei sistemi biologici (ibidem).
La stimolazione "lieve-moderata" mediante pizzicotto cutaneo persistente dei trigger-points renali (in pratica, i dermatomeri toracici VIII-X, regioni latero-addominali) è sufficiente per studiare il modo di essere e di funzionare a riposo del "relativo" segmento, superiore, medio ed inferiore, del rene omolaterale, mediante la valutazione del riflesso gastrico aspecifico.

Quasi sempre...i trigger points da stimolare corrispondono alla proiezione cutanea del viscere o organo da studiare.

Per quanto riguarda il rene, il pizzicotto cutaneo peristente viene applicato nella regione laterale dell'addome. Dall'alto al basso (partendo dalla cute sottostante l'arco costale) si puo' studiare con stimolo "lieve-moderato" rispettivamente il terzo sup., medio e inferiore del rene OMOLATERALE.

Nel sano, supino e psicofisicamente rilassato, con gli occhi aperti (= ridotta secrezione di melatonina), dopo un tempo di latenza di 8 sec. esatti dall'inizio della stimolazione "lieve-moderata", compare il riflesso gastrico aspecifico con durata inferiore a 4 sec. Si tratta di un valore diagnostico essenziale, correlato con la fisiologica attivazione della locale Riserva Funzionale Microcircolatoria, a sua volta in relazione con l'anatomia e la funzione del locale parenchima, secondo la teoria dell'Angiobiopatia, cioè del solo distretto istangico relativo. Infatti, l'indagine clinica del microcircolo fornisce preziose informazioni sull'attività biologica del parenchima corrispondente (ibidem: 125. Stagnaro Sergio. Teoria Patogenetica Unificata, 2006, Ed. Travel Factory, Roma).

Al contrario, nel Reale Rischio Congenito di CR, stimolando in modo "lieve-moderato" i relativi "trigger-points", il tempo di latenza nella fase iniziale può essere ancora di 8 sec, ma la durata risulta sempre patologica, cioè di 4 sec. Infatti, i due valori parametrici si modificano, in modo indiretto e rispettivamente diretto, con le varie fasi evolutive dell'oncogenesi.

Fatto importante dal punto di vista diagnostico e diagnostico-differenziale, il riflesso è seguito dalla tipica Contrazione Gastrica tonica (=contrazione dello stomaco "in toto"), espressione della natura oncologica della lesione: SEGNO di POLLIO.

Nel sano, se la stimolazione dei "trigger-points" cutanei reanali è "medio-intensa" (= aumento della vasomozione nel parenchima renale corrispondente, e, in successione, della Energia Vibratoria e della Energia-Informazione, pura, catalitica), in conseguenza della realtà non locale nei sistemi biologici, il tempo di latenza del riflesso fisiologicamente sale da 8 sec. a 16 sec., mentre la durata rimane identica, cioè inferiore a 4 sec., informando però sulla situazione anatomo-funzionale di "tutto" il tessuto renale, sia di destra che di sinistra, così come delle restanti componenti delle vie urinarie, in accordo con il tipo di informazione "simultanea", tipica della realtà non-locale (ibidem).
Nell'individuo con Terreno Oncologico e colpito da Reale Rischio Congenito di CR (o in altra parte del sistema urinario), il pizzicotto persistente, "medio-intenso", a livello di un singolo trigger-point renale, stimolando "simultaneamente" entrambi i reni (in realtà, come sopra riferito, la stimolazione "intensa" interessa anche gli ureteri, la vescica urinaria e nell'uomo la prostata), provoca "simultaneamente" il riflesso gastrico aspecifico, la cui intensità è correlata alla gravità della patologia sottostante.
La durata del riflesso è 4 sec. o più, espressione del locale rimodellamento microcircolatorio, secondario all'alterata attività delle cellule parenchimali dipendente da mutazioni geniche del mit-DNA e n-DNA.

(Per approfondire l'argomento vedi nella citata Bibliografia gli articoli N° 169 – 179).

Come scritto sopra, in presenza di lesione neoplastica, il riflesso gastrico è rapidamente seguito dalla caratteristica Contrazione Gastrica tonica, assente nel sano e in tutte le altre patologie, con la sola esclusione di Appendicite, Diverticolite e Connettiviti, dove intensa è l'acidosi istangica (= i differenti i 'trigger-points' specifici facilitano la diagnosi differenziale!): SEGNO di POLLIO.

Riconosciuto questo tipico segno di lesione neoplastica potenziale, il medico procede immediatamente alla localizzazione della sede esatta del reale rischio, utilizzando la stimolazione selettiva e "lieve-moderata" dei "trigger-points" cutanei dei reni, di destra e sinistra (Da quanto riferito in parentesi, è necessaria ed utile l'analoga valutazione sia della vescica urinaria che della prostata) (ibidem, Pratiche Applicazioni).

Infine, ricordo l'importanza diagnostica delle prove dinamiche, come il Precondizionamento Renale, altrove ampiamente illustrate (Stagnaro-Neri M., Stagnaro S. Introduzione alla Semeiotica Biofisica. Il Terreno Oncologico. Ed. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it); vedi nel sito citato.

Semeiotica Biofisica Quantistica del Cancro Renale, ancorché iniziale
In presenza di un CR (o di altro tumore urologico), indipendentemente dallo stadio evolutivo e quindi dalle sue dimensioni, la stimolazione "intensa" mediante pizzicotto cutaneo persistente anche di un solo "trigger-point" renale – uno dei dermatomeri toracici VIII-X di entrambi i lati – provoca "simultaneamente" un intenso riflesso gastrico aspecifico, seguito dopo circa 2 secondi da rapida ed intensa Contrazione Gastrica tonica, espressione della malattia neoplastica: Segno di Pollio.
Pertanto, in 5 secondi è possibile riconoscere il CR o una neoplasia in altro tratto delle vie urinarie, la cui sede precisa verrà rapidamente identificata mediante stimolazione "lieve-moderata" dei relativi "trigger-points". In modo analogo, il Segno di Pollio permette la diagnosi delle neoplasie prostatiche e /o vescicali.

Subito dopo il riconoscimento della lesione tumorale, il medico corrobora la diagnosi sulla base dei numerosi segni specifici ed aspecifici della Semeiotica Biofisica Quantistica: Sintesi Anticorpale Acuta, SISRI completa, aumentata produzione delle Proteine della Fase Acuta, diagramma neoplastico dell'unità microvascolotessutale del polpastrello digitale, Sindrome Autoimmune Locale, cioè a livello del rene colpito (della vescica oppure della prostata), attivazione surrenalica, aumentata produzione prolattinica, caratteristiche modificazioni della microcircolazione nella sede tumorale (= Attivazione Microcircoltoria tipo III, dissociato, con DEB neoformati-patologici, tipo I, sottotipo a) neoplastici), ecc. (ibidem)

Da quanto precede risulta la possibilità di ottenere "bedside" dati veramente utili nella lotta ai tumori maligni del rene e delle vie urinarie, con un metodo clinico originale, applicabile su vasta scala.
Per quanto riguarda la terapia del Reale Rischio Congenito Oncologico, indipendentemente dalla sua sede, si sono dimostrati efficaci in una lunga esperienza cicli personalizzati di NIR-LED, associati alla terapia con Melatonina-Coniugata, secondo Di Bella-Ferrari, ed appropriata dieta, intesa in senso etimologico. Il monitoraggio della lesione, inizialmente bisettimanale, quindi mensile, infine semestrale, permette di modificare eventualmente sia la posologia che la condotta terapeutica. Questa terapia trasforma la maggior parte dei casi di Reale Rischio, oncologico e non, in Reale Rischio Residuo, innocuo, perchè la locale ossigenazione è superiore a quella fisiologica, a seguito del favorevole rimodellamento microcircolatorio (Stagnaro S., Stagnaro-Neri M.,
La Melatonina nella Terapia del Terreno Oncologico e del "Reale Rischio" Oncologico. Travel Factory, Roma, 2004. http://www.travelfactory.it).

*SEGNO DI POLLIO. In memoria del caro amico dott. Fabrizio Pollio, Chirurgo-Ginecologo, giovane e brillante studioso stroncato a 34 anni da rara forma di CA renale..
Nella figura: Riflesso gastrico aspecifico
By **Dott. Sergio STAGNARO - Fondatore della Semeiotica Biofisica Quantistica - www.semeioticabiofisica.it


>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Il legame genetico del cancro polmonare è stato identificato
Tre studi indipendenti, condotti in modo impeccabile, hanno dimostrato il legame genetico del cancro polmonare.

Riaffermata la pericolosità del fumo nel causare il cancro del polmone, la pericolosità è maggiore dell’80% in alcuni individui che in altri. Inoltre, il tumore c’è in soggetti che non hanno mai fumato.
Responsabile sarebbero alterazioni del cromosoma 15, certamente stimolata nei suoi danni dall’azione del fumo. Più numerose le mutazioni maggiore il rischio di essere colpiti dal tumore. Un fatto è certo che smettere di fumare (o non fumare!) è la migliore misura di prevenzione del cancro del polmone.
By: Genetic link for lung cancer identified. Studies suggests that cancer risk is not just down to lifestyle.
Nature News. http://www.nature.com/news/2008/080402/full/news.2008.733.html

Commento del dott. S. Stagnaro:  ...Felicissimo nel leggere su NATURE una simile notizia è soprattutto chi ha scoperto il Terreno Oncologico ed il Congenito Reale Rischio di cancro del Polmone: Segno di Baserga Variante - www.semeioticabiofisica.it - e afferma queste conquiste da DECENNI !
Ho messo in rete un mio commento: spero che gli Editori di Nature abbiano la libertà ed il BUON SENSO di non nasconderlo (hidden !). Tuttavia, consiglio al lettore di andarselo a leggere per tempo: il business TUMORI è troppo grande per essere lasciata solo ai medici !

IMPORTANTE:
Come Portale segnaliamo vari personaggi che hanno avuto contrasti con le autorita' mediche, e per essere precisi,  affermiamo che NON condividiamo in toto le loro terapie (quelle monoterapeutiche), in quanto per noi, seguaci della Medicina Naturale  la malattia (cancro compreso) e' MULTIFATTORIALE, quindi NESSUN prodotto puo', da solo, guarire dalla malattia della quale si e' malati !

E tuttavia, laddove ci sia anche una piccola volontà e speranza di vivere, un’adeguata terapia fito-nutrizionale (NdR: anche via endovena con soluzioni mineral - vitaminiche - vedi QUI il medico che utilizza con successo questo sistema -  l'ideale e utilizzare quelli non di sintesi chimica, ma di estrazione naturale - assieme all'assunzione via orale di fermenti lattici appropriati a seconda del paziente ed enzimi) può rendere normale il guarire naturalmente dal tumore, cosa che oggi vogliono farci ritenere impossibile o puramente miracoloso (vedi quei medici che alle volte preferiscono spedire il malato a Lourdes piuttosto che permettergli di curarsi naturalmente).

L'acidosi e' la base fisiologica del Cancro -  Il Conflitto Spirituale Irrisolto, ne e' la Causa primaria
Cancro = Combattere l'acidita' per sconfiggerlo - Le ultime ricerche
Nutriterapia Biologica Metabolica x il Cancro e non solo +
Terapia Biologica Metabolica CRAP + Cura metabolica per il Cancro + Stress Ossidativo + PREVENZIONE, TERAPIA per il Cancro, perche' NON si vuole applicare ? + Terreno Oncologico + Bioelettronica + Semeiotica e Biofisica

Documenti provanti l'indispensabilita' delle Vitamine della Frutta e verdura, oltre ai sali minerali:
 Doc.1 
+  Doc.2  Doc.3  +  Doc.4  +  Doc.5  +  Doc.6  +  Doc.7  +  Doc.8  +  Doc.9  +  Doc.10  +  Doc.11  +  Doc.12  +  Doc.13  +  Doc.14  +  Doc.15  +  Doc.16  +  Doc.17  +  Doc.18  +  Doc.19  +  Doc.20  +  Doc.21  +  Doc.22 +  Doc.23  +  Doc.24  +  Doc.61

vedi anche : CURE Naturali del Cancro + Documentazione
 + Protocollo G. Puccio +  Diritti negati + Ricercatore ostacolato dalla Oncologia Ufficiale + Giornale di Sicilia + Come fare i clisteri di acqua basica + Cancro e Medicina Naturale  +  1.000 Piante per il Cancro  +  Libro del dott. Nacci  (Italiano) +  Libro del dott. Nacci in Inglese +  Condiloma eliminato con acqua basica al Bicarbonato di Sodio + Protocollo della SaluteCancro + Diagnosi precoce

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Cancro Polmonare: Diagnosi  Semeiotica-Biofisica-Quantistica e Terapia del Reale Rischio Congenito.
Il momento più alto raggiunto dall’umanità è che noi non sentiamo più il bisogno di avere sempre paura delle bestie feroci, dei barbari, degli dei e dei nostri sogni” - By Nietzsche, Aurora, frammento 5

Introduzione
Negli ultimi due decenni la mortalità per cancro del polmone è aumentata, particolarmente nelle donne, quasi si trattasse di una malattia incurabile, rappresentando uno dei maggiori problemi sanitari dei Paesi Occidentali.
Il radicale mutamento di paradigmi, di seguito ancora una volta  illustrati, realizzati con la Semeiotica Biofisica Quantistica, ha trasformato la diagnosi e la prevenzione primaria del cancro polmonare, potendo oggi riconoscere clinicamente, a partire dalla nascita, i portatori del Reale Rischio Congenito Oncologico, che diventa “residuo”, non pericoloso, sotto opportuna terapia.

Sulla base di una sicura esperienza clinica, non posso considerare applicabile razionalmente su vasta scala e quindi valido, un modello di prevenzione primaria del cancro polmonare, come quello proposto oggi, per esempio, dall’Istituto Europeo dei Tumori, fondato sulla indagine con TAC spirale nei pazienti a rischio (in pratica i forti fumatori!).

Nella lotta al cancro polmonare potremo ottenere risultati ottimali su vastissima scala utilizzando in un primo tempo strumenti clinici affidabili, di rapida applicazione, efficaci nel selezionare razionalmente il numero maggiore possibile degli individui con Terreno Oncologico e con  Reale Rischio Oncologico Congenito in un punto preciso del polmone (1-5).
La semeiotica per immagini ed il laboratorio devono essere utilizzate naturalmente, ma in un secondo tempo,  in individui razionalmente selezionati con la nuova semeiotica fisica, il solo strumento affidabile al momento nei primissimi stadi della malattia, quando la costosa semeiotica per immagini risulta del tutto inefficace e sicuramente non applicabile in soggetti “apparentemente” sani.

La Semeiotica Biofisica Quantistica, in una alta percentuale di casi, offre al Medico di Medicina Generale, il cui ruolo è essenziale nella prevenzione primaria, gli strumenti clinici necessari per raggiungere il principale obiettivo: la diagnosi e la terapia del Reale Rischio Oncologico Congenito”, trasformato nella sua forma “residua”, non pericolosa.

Da quanto sopra riferito, la selezione dei soggetti da arruolare è costituita da tre successive fasi:
a) il riconoscimento del Terreno Oncologico e del TO-dipendente Reale Rischio Congenito di Cancro del polmone;
b) la precisa localizzazione in una piccola area di un lobo polmonare del “reale rischio congenito oncologico”; c) la terapia dietetica, etimologicamente intesa (Decalogo consigliato dagli Oncologi Europei) e la Melatonina-Coniugata, il più potente istangioprotettore a me noto, in grado di fare scomparire nell’ordine  l’Istangiopatia Congenita Acidosica Enzimo-Metabolica (7-9), e trasformare in “residuo”  il Terreno Oncologico ed infine il Reale Rischio Oncologico Congenito, elevando il livello di ossigenazione istangica locale. 
Nella seconda fase di questo procedimento clinico, il Segno di Baserga variante svolge un ruolo principale (6).

La prevenzione primaria: Semeiotica Biofisica Quantistica
La selezione dei soggetti da arruolare nella prevenzione primaria  del cancro del polmone, mediante il riconoscimento del Reale Rischio Concenito Oncologico, da parte del Medico di MG si svolge in due tempi immediatamente successivi, la cui esecuzione richiede meno di tre minuti:
- Riconoscimento su vastissima scala dei soggetti postivi per il Terreno Oncologico (1-33);
- Riconoscimento dell’eventuale presenza e dell’esatta sede polmonare del reale rischio congenito oncologico.

A) Accertamento "quantitativo" del Terreno Oncologico

Continua in:
Semeiotica e Biofisica  +  Il Terreno ONCOLOGICO  +  Stress Ossidativo - 1  +  STRESS, FUNZIONI VITALI e SISTEMA IMMUNITARIO  +  Stress Ossidativo - 2  +  Vari Terreni  +  Nozione di Terreno - 1 +  Nozione di Terreno - 2  +  Matrice  +  SETTIMO SENSO  +   SEMEIOTICA + Come fare i clisteri di acqua basica