Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


BEPPE GRILLO: spara a zero sulla Sanita' ed ha profondamente RAGIONE
video di Grillo - http://www.arcoiris.tv/cinema_arcoiris_flv.php?d_op=getit&lid=13108

La descrizione del meccanismo che nel secolo scorso permise ai grossi capitali finanziari di impadronirsi
 dell’intero sistema medico americano
  e non solo, attraverso il controllo dell’insegnamento universitario,
 i Rockefeller amavano chiamarla filantropia efficiente”, e' qui in questa pagina,  ben descritto.

Da settembre 2013, in tutta l’UE (Unione Europea), sul foglietto illustrativo (bugiardino) di determinati medicinali
farà la sua apparizione un triangolo capovolto.
Un contrassegno che segnala a pazienti ed operatori sanitari quei farmaci per i quali i consumatori
sono caldamente invitati a segnalare agli operatori nazionali, eventuali effetti collaterali inattesi.
In gergo tecnico, le medicine sottoposte a monitoraggio addizionale.
Si tratta di tutte le confezioni autorizzate dopo il 1° gennaio 2011 che contengono una nuova sostanza attiva; vaccini o prodotti derivati dal plasma di origine biologica; i medicamenti per i quali sono necessarie determinate informazioni supplementari nella fase successiva alla messa in commercio, o la cui autorizzazione è subordinata al rispetto di determinate condizioni o restrizioni per un impiego sicuro ed efficace.- vedi: PDF del comunicato stampa Commissione Europea

 

Perchè la cura del Cancro e dell'AIDS (cosi come quelle di altre malattie) non sono state ancora  "trovate" ?
Estratti da "Beppe Grillo, il Savonarola del Terzo Millennio". -
vedi anche:  BIG PHARMA +
Rapporto Flexner e Dichiarazione di Alma Ata + Sindacato Rockefeller = Dittatura sanitaria
visionare: http://www.youtube.com/watch?v=QwllnGc-lV8&feature=topvideos
 

Case farmaceutiche e Corruzione: lo scandalo planetario della Glaxo Smith Kline - 26/04/2014
https://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/26/case-farmaceutiche-e-corruzione-lo-scandalo-planetario-della-glaxo-smith-kline/964564/
 

".. Il protocollo !
Questi signori del Ministero vogliono il Protocollo ! Ma vi rendete conto !
Sono 30 anni che Di Bella cura la gente e noi l'abbiamo saputo solo ora grazie a un pretore di Lecce, perché anche lui fa parte degli eretici di questi tempi, quanti ne sono scomparsi di questi eretici senza che noi sapessimo niente ?
Quanti ? Quanti ? Centinaia di persone che avevano inventato cure che non costavano niente sono scomparsi !
Il Dott. Di Bonifacio aveva scoperto che un siero proveniente dalle capre poteva curare il cancro: scomparso !
L'UK11 del Dott. Pantellini, scomparso ! Il Dott. Pratolongo guarì la moglie, malata terminale di cancro, con una mistura di limonata e bicarbonato, scomparso !
La storia è piena di questi esempi, la più grande scoperta di questo secolo l'hanno fatta 50,60 anni fa, non oggi ! 
La Penicillina è l'ultima scoperta che hanno fatto, il resto sono retaggi, imbrogli !! 
Fleming inventò la Penicillina nel 1925 e a noi arrivò 20 anni dopo ! Fu tenuta chiusa nel cassetto per 20 anni e fu tirata fuori perché c'era la guerra, se no morivamo ancora oggi.
Fleming inventò la Penicillina grazie alla sua curiosità, cosa che non hanno più gli scienziati di oggi che vanno avanti con i computer.
E noi siamo qui con il "protocollo", non sappiamo più cosa fare, succubi degli specialisti dell'ovvio, del nulla che ci vogliono inculcare che la vita è una malattia che si trasmette per atto sessuale. 
Siamo nelle mani di questi medici, ex-santoni, spacciatori di ricette, pronti alle vaccinazioni di massa senza pensare alla gravissima controindicazione dei vaccini e cioè che può provocare la malattia stessa, ma chi può mettere in discussione un vaccino se non un eretico ?
Io sono andato a vedermi sui diagrammi i risultati della scomparsa di alcune malattie grazie ai vaccini e ho scoperto che quello che ci hanno sempre fatto vedere è solo una parte dei diagrammi interi.
Il vero risultato è che alcune malattie come la difterite o la poliomelite (vedi statistiche ISTAT) stavano scomparendo per conto loro, anche nei posti dove non era stata effettuata alcuna vaccinazione e questo perché le grandi malattie sono cicliche e quando sono guarite scompaiono.
L'Organizzazione Mondiale della Sanità dice che basterebbero 500 farmaci per avere i rimedi a tutte le malattie e invece noi ne abbiamo 32.000 !!
Prendiamo farmaci su farmaci dei quali più della metà ha l'effetto placebo. Il farmacista è l'essere più avido che io abbia mai incontrato, riesce a vendere qualsiasi cosa con la parola magica di coadiuvante.
Hanno arrestato De Lorenzo perché pare si sia appropriato di 32 miliardi, le case farmaceutiche si sono appropriate di 17.500 miliardi di lire solo fino al 1995 !!
Finché in Italia non chiuderanno la metà delle case farmaceutiche non potremo avere una sanità normale. 
La più grande casa farmaceutica del mondo la Ciba-Geigy si è unita con la più grande azienda del mondo produttrice di pesticidi, la Sandoz, dando vita a un leviatano da 100.000 miliardi di fatturato che si chiama Novartis, il suo slogan è "We are with you for life", ovvero "siamo con te per la vita", o meglio non ti molliamo più, ci fanno di tutto, agri business e cioè le manipolazioni genetiche sugli alimenti, così prima ci inoculano il veleno e poi ci vendono l'antidoto.
La salute è informazione, se hai l'informazione corretta vivi, se ce l'hai sbagliata muori.... "

By Lorenzo Baldo

 

Commento NdR: frasi che colpiscono per la loro profonda Verita’, ma un consiglio, con le Medicine Naturali uscite da questo giro vizioso di psicodipendenza !

http://video.google.it/videoplay?docid=-4379981096209068869&q=grillo
http://video.google.it/videoplay?docid=5683869775887074924&q=grillo+duration:long
http://video.google.it/videoplay?docid=1641568232053490932
www.guardabassi.it - sezione downl

Ex VICEPRESIDENTE PFIZER - dr. Peter Rost afferma su: "il malaffare farmaceutico"
"Le università, le istituzioni sanitarie e tutti coloro che ho incontrato quand'ero a capo di una casa farmaceutica, tutti vogliono soldi.
Nessuno ha soldi e tutti ne hanno bisogno. Il governo non ha soldi, le università non ne hanno.
Le uniche coi soldi, sono le grandi multinazionali e loro ne hanno tanto, e lo usano per esercitare influenza.
Il modo in cui viene fatto è il seguente: dai a queste istituzioni e organizzazioni delle donazioni per ricerche contro il cancro, per sviluppare insieme delle ricerche, sviluppi delle amicizie, ti assicuri che queste istituzioni siano in debito con te, e paghi i professori, i ricercatori e dottori direttamente o come Speaker, li fai andare in giro per il paese per parlare a conferenze, li paghi 1.000, 2.000 dollari al giorno, a volte di più...".
-
vedi video intervista su : http://www.infoautismo.it/radioautismo.org/watch.php?vid=39bdbae70
vedi: Corruzione

Video da visionare per comprendere il meccanismo del FURTO dei nostri beni da parte di questi CRIMINALI a livello mondiale !


Grillo: salute e ricerca, contro la mafia della sanità -
Salvare la salute per guarire l’Italia.
Beppe Grillo parte dalla sanità per lanciare il programma politico del suo nuovo, dirompente movimento civico: «La salute è il nuovo eldorado dei politici e delle mafie. Un fiume di denaro pubblico. Tutto sotto controllo e tutto in realtà incontrollato».

La salute, accusa Grillo attraverso il suo blog, «è denaro contante per la politica e la criminalità organizzata, un pozzo di San Patrizio. La nuova frontiera dell’assalto al denaro pubblico, Sanitopoli». Inoltre, aggiunge con una battuta, per un ammalato l’Italia federale è già realtà: «Se abiti al Sud o nelle isole, quasi sempre devi emigrare al Nord per farti curare, oppure puoi morire sul posto».

Le Regioni, dichiara Grillo, «sono le grandi elemosiniere della salute: scoppiano di salute e di tangenti, come hanno svelato le inchieste in Abruzzo». Quanto costa, si domanda, «la tangente sulla salute agli italiani?». La maggior parte della spesa delle Regioni, osserva, è per la salute. «L’assessore alla salute è il membro più importante della giunta insieme al presidente di Regione». L’Italia, riconosce Grillo, è uno dei pochi paesi con un sistema sanitario pubblico ad accesso universale.

Due fatti però lo minacciano: la “devolution”, che affida alle Regioni la spesa sanitaria, accentuando le differenze territoriali, e la sanità privata, che sottrae risorse e talenti al pubblico: «Si tende inoltre ad organizzare la sanità come un’azienda e a far prevalere gli obiettivi economici rispetto a quelli di salute e di qualità dei servizi».

Insieme all’energia, ai trasporti, all’economia, all’informazione, all’istruzione e al rapporto tra Stato e cittadini, proprio la salute è uno dei 7 punti su cui si articola il programma politico del movimento che Beppe Grillo si prepara a lanciare in Italia, a partire dal 4 ottobre 2009.
Una proposta dirompente e liquidata da più parti come “antipolitica”, specie dopo la chiusura totale del Pd, che ha impedito all’attore genovese di candidarsi alle “primarie” del partito: una evidente provocazione, con la quale Grillo ha voluto dimostrare l’impermeabilità della “casta” dei politici di professione, contro cui ora intende battersi, scendendo in campo personalmente, col suo movimento, alle regionali 2010.

Grillo sta costruendo un movimento dal basso, popolare, basato sulla partecipazione diretta. Mette in campo un programma di governo ispirato a quello dei “Comuni virtuosi”, che puntano sulla trasparenza e sulla qualità dei progetti più innovativi, sul piano sociale, economico ed ecologico. L’enorme capitolo della sanità pubblica è ovviamente sul tappeto. Grillo propone innanzitutto gratuità delle cure ed equità di accesso, ticket in base al reddito per le prestazioni non essenziali, promozione dei farmaci generici e prescrizione dei principi attivi anziché dei farmaci “di marca”.

Fondamentale l’informazione: Grillo chiede un programma di educazione sanitaria indipendente, pubblico e permanente, sul corretto uso dei farmaci, sui loro rischi e benefici. Obiettivo: una politica sanitaria nazionale di tipo culturale, per promuovere stili di vita salutari e scelte di consumo consapevoli per sviluppare l’autogestione della salute, operando sui fattori di rischio e di protezione delle malattie.
Parola d’ordine, prevenzione: alimentazione sana, attività fisica, niente fumo, e poi screening e diagnosi precoce.

Nella piattaforma-salute del movimento di Grillo, contrario ad ogni logica commerciale applicata nella cura delle malattie, anche un sistema di misurazione della qualità degli interventi negli ospedali (tassi di successo, mortalità, volume dei casi trattati), con esiti di pubblico dominio.
Riguardo ai medici, Grillo chiede di proibire gli incentivi economici sulle vendite dei farmaci e propone di «separare le carriere dei medici pubblici e privati», in moda da «non consentire a un medico che lavora in strutture pubbliche di operare nel privato». Grillo chiede che sia incentivata la permanenza dei sanitari nel settore pubblico e che sia resa trasparente il meccanismo di promozione per i primariati. Meno peso infine ai direttori generali delle Asl, reintroducendo consigli di amministrazione.

La riforma sanitaria che Grillo invoca, e che si prepara a proporre in tutte le Regioni italiane nella prossima primavera, prevede liste di attesa pubbliche e on-line, l’istituzione di centri unici di prenotazione via web, la pubblicazione di tutte le convenzioni con strutture private e investimenti sui consultori familiari.
Nella lotta al dolore (uso di oppiacei come la morfina) Grillo chiede di allineare l’Italia agli altri paesi europei, mentre grande importanza è riservata al settore della ricerca, da anni alle prese con gravi difficoltà economiche.

«Chiediamo – precisa Beppe Grillo – che venga concessa la possibilità di destinare l’8 per mille alla ricerca medico-scientifica».
Si propone inoltre di finanziare la ricerca indipendente «attingendo ai fondi destinati alla ricerca militare». In particolare, si chiede alla ricerca di indagare a fondo sugli effetti sulla salute, specie se legati a disuguaglianze sociali e all’inquinamento ambientale, dando priorità a ricercatori indipendenti. Senza dimenticare di promuovere ricerche sulle malattie rare, sostenendo le spese delle cure all’estero in assenza di strutture nazionali.

Molto incisive, infine, le richieste che riguardano l’impatto della medicina e di altre attività pubbliche sui cittadini, pazienti e non solo.
«Sulla base delle raccomandazioni dell’Oms – spiega Grillo – chiediamo di introdurre, a livello di governo centrale e regionale, la valutazione dell’impatto sanitario delle politiche pubbliche, in particolare per i settori dei trasporti, dell’urbanistica, dell’ambiente, del lavoro e dell’educazione».
Se Grillo pretende la messa al bando degli inceneritori, definiti pericolosi, chiede anche «l’introduzione del reato di strage» per ministri, presidenti di Regione, sindaci e assessori, nel caso vengano accertati «danni sensibili e diffusi, causati dalle politiche locali e nazionali che comportano malattie e decessi nei cittadini» -
vedi x info: www.beppegrillo.it
Tratto da: libreidee.org

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Vi ricordate ?: POGGIOLINI, Corruzione nella Sanita' italiana = AIFA  +  Il padre pago' Poggiolini, il figlio l'AIFA
 e De Lorenzo (in fondo alla pagina)  + Comparaggio farmaceutico

Visionate questo video, parla un'informatore farmaceutico, sul Business dei Farmaci e Vaccini
http://ildocumento.it/farmaci/il-business-farmaceutico-current.html
 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

RICERCA DEVIATA ai MEDICINALI che MANTENGONO la MALATTIA CRONICA.
INTERVISTA al PREMIO NOBEL per la  MEDICINA: RICHARD J. ROBERTS. - MEDITATE  e CONDIVIDETE !

Il vincitore del Premio Nobel per la Medicina, Richard J.Roberts, denuncia il modo in cui operano le grandi industrie farmaceutiche nel sistema capitalistico, anteponendo i benefici economici alla salute e rallentando lo sviluppo scientifico nella cura delle malattie perché guarire non è fruttuoso come la cronicità.


vedi anche: Conflitto di Interesse + Conflitti di interesse PDF - 1 + Conflitti di interesse PDF -2 + Conflitti di Interesse, denuncia del Governo Ii - PDF + CDC - 1 + CDC - 2  + FDA + Conflitti di Interesse, business farmaci e vaccini + Conflitti di interesse dell'AIFA
 vedi anche:
ISS + Ministero della salute + EMA  + CNR e Corruzione + Consenso Informato


Tra poco li rivedrete all’opera. Lo psiconano ha rimosso Nello Martini, capo dell’AIFA, l’agenzia autonoma che ha il compito di approvare i farmaci. Martini era troppo indipendente, troppo competente e, fatto imperdonabile, troppo onesto.
I farmaci sono un prodotto e le case farmaceutiche vogliono mani libere sul mercato della salute.
L’AIFA determina il prezzo dei farmaci in base alla loro efficacia. Ma in futuro non sarà più così. I prezzi potranno essere decisi dai ministeri della Sanità e del Welfare in modo indipendente dai benefici. Dopo la stagione di “Mani Pulite” abbiamo la stagione di “Mani Libere”.
Enrica Giorgetti, moglie del ministro del Welfare Maurizio Sacconi, è direttrice generale di Farmindustria, l’associazione che promuove gli interessi delle aziende farmaceutiche. Nessun conflitto di interesse ? La voglio proporre al posto di Martini.
Se porcata deve essere, lo sia fino in fondo.

La prestigiosa rivista Nature è più informata sull’Italia di noi.
Di seguito riporto l’articolo: “Clean hands, please” (Mani pulite per piacere) tradotto dal sito Italiadallestero:
“Quindici anni fa al culmine di ‘Mani Pulite’, la polizia irruppe nell’abitazione di Duilio Poggiolini, il capo del comitato nazionale per la registrazione dei farmaci e trovò lingotti d’oro nascosti sotto il suo pavimento.
Per molti italiani l’immagine di quei lingotti lucenti è ancora vivida, a simboleggiare in modo permanente i tempi in cui i funzionari del governo, compreso il Ministro della Sanità, prendevano mazzette dalle industrie farmaceutiche per approvare farmaci e stabilirne i prezzi. … oggi risulta preoccupante la scelta del governo Berlusconi di rimuovere Nello Martini, farmacista senza legami politici, dalla gestione dell’AIFA, l’agenzia autonoma creata nel 2004 per approvare i farmaci e monitorarne l’impiego. Martini è riuscito con successo a limitare l’incremento della spesa farmaceutica al 13% dell’intero budget della spesa sanitaria, ma così facendo ha scatenato le ire dell’industria
Martini è stato rimpiazzato a metà luglio dal microbiologo Guido Rasi, membro dell’amministrazione dell’AIFA e descritto dalla stampa italiana come vicino ad Alleanza Nazionale…
In modo ancor più preoccupante il governo, insediatosi a maggio, dichiara di voler ridurre i poteri dell’AIFA separando la determinazione del prezzo dei farmaci dalla valutazione tecnica sulla loro efficacia, restituendo il potere decisionale sui prezzi al Ministero della Sanità e del Welfare.
In un momento in cui tutte le Nazioni faticano per riuscire a pagare, con budget ridotti, i prezzi sempre più alti dei farmaci di nuova generazione, questa scelta ha poco senso. Se l’Italia vuole effettuare un’efficace politica sui costi sanitari allora l’agenzia indipendente deve essere in grado di integrare tutte le informazioni tecniche con quelle economiche.
Per di più le connessioni tra i Ministeri della Sanità e del Welfare con il sistema industriale sono sgradevolmente strette: per esempio la moglie del ministro Maurizio Sacconi è direttrice generale di Farmindustria, l’associazione che promuove gli interessi delle aziende farmaceutiche.
Infatti il Governo Berlusconi ha già manifestato l’inquietante tendenza di permettere a interessi industriali di estendere la loro influenza su agenzie dello Stato..
Il governo dovrebbe pensare due volte se è davvero il caso di riaprire la porta che è stata sbarrata dopo il caso Poggiolini.”
Da Nature del 7 agosto 2008
By dott. G. Parisi g.parisi@aduc.it