Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


PENE
(organo maschile)
 

La grandezza di un Pene
 

La lunghezza media è di 15 cm e il 90% degli uomini di tutto il mondo hanno un pene lungo tra i 13 e i 18 cm. Il record per un pene correttamente funzionale è di 1,5 e 30 cm.

È importante la grandezza del pene ?

La grandezza del pene è importante solamente se tu pensi sia importante. Se hai rapporti e desideri un pene più grande, allora la grandezza del pene è importante per te, ma solo per te. Molte donne dicono che gli uomini si preoccupano troppo per la misura del loro pene. La vagina è lunga soltanto 8-13 cm, ed anche un pene piccolo raggiunge ogni cm di essa.

Misurare il pene

Se vuoi misurare il tuo pene, fallo nel modo giusto, come fanno i medici. Procurati un erezione stando in piedi. Piega delicatamente il tuo pene affinché raggiunge una posizione parallela al pavimento. Metti la riga all'osso pubico, esattamente all'inizio del tuo pene, e misuralo fino alla punta.

È possibile incrementare la grandezza del pene ?

Si. Ci sono due metodi chirurgici per farlo. La procedura Bihari e l'iniezione di grasso. La procedura Bihari consiste nel tagliare il legamento che fissa il pene al corpo. Questo aggiunge 3-5 cm alla lunghezza del pene. Tuttavia, visto che il pene non è più strettamente legato al corpo, nel caso di un'erezione non punta in alto.
Nel corso della procedura dell'iniezione di grasso viene prelevato un piccola quantità di grasso dall'interno coscia. Esso viene iniettato nel pene, facendolo diventare più largo. Il corpo rifiuta una parte significativa del grasso iniettato, quindi l'operazione deve essere ripetuta più volte. Questo comporta un maggior rischio di infezioni.

Il mio pene non è dritto. Si curva a destra/sinistra/giù. C'è qualcosa che non va ?

Nel 25% dei casi il pene si curva in una direzione, ed in alcuni casi guarda giù anche quando è in erezione. Finché la curva non è molto accentuata e non provoca dolori, non si tratta di una anomalia, e non dovrebbe interferire con la vita sessuale. In rari casi si può anche trattare della sindrome Peyrone, causata da malattie infantili, che inchina il pene quasi a 90° in una direzione. Se pensi che questo sia il tuo caso, rivolgiti ad un andrologo.

Che cos'è la circoncisione e perché viene effettuata ?

La circoncisione è la rimozione chirurgica del prepuzio dal pene. Quando è eseguita in un ospedale, di solito viene effettuata dal medico poco dopo la nascita. È molto praticata tra gli ebrei, loro la fanno all'ottavo giorno dopo la nascita, e l'esecuzione è collegata ad una cerimonia. Alcuni ragazzi musulmani vengono circoncisi quando sono più grandi, intorno ai 12 anni. Anche la maggior parte dei ragazzi americani sono circoncisi.
I soliti motivi per la circoncisione sono: è più igienico, "normale" o "migliore" apparenza ed "il suo pene deve essere come quello di suo padre". Le solite ragioni contro la circoncisione: non è più necessaria per la migliore igiene, è una pratica dolorosa e barbarica, la possibilità di errori chirurgici o infezioni, "normale" o "migliore" apparenza, ed "il suo pene deve essere come quello di suo padre".

La prostata : la prostata di solito ha la grandezza di una noce, ed è dietro il retto, a circa 3 cm dall'ano. Può essere toccata infilando un dito nell'ano. Ad alcuni uomini toccarla può provocare un grande piacere, raramente si raggiunge anche l'orgasmo in questo modo. Altri riferiscono che toccarla gli fa venire lo stimolo di urinare. Ed in alcuni casi può anche essere doloroso.
Tratto da lezionisesso.supereva.it

vedi: Viagra e suoi Danni  +  Controllo della eiaculazione  + Circoncisione

Alla scoperta del corpo femminile e maschile
Suggerire al proprio partner gesti, sfioramenti e situazioni eccitanti è fondamentale conoscere il proprio corpo. Praticare del sano autoerotismo, piacersi, guardarsi allo specchio, accarezzarsi, sono tutte condizioni normali e importanti per aumentare le sensazioni erotiche.
Ogni donna e/o ogni maschio sa - o può scoprire - quali sono le zone più sensibili per tracciare una mappa del proprio eros.
Pensate piuttosto al vostro corpo come a uno strumento musicale, e alle corde giuste da toccare per produrre le note migliori. E lasciatevi andare prima di tutto verso voi stessi, anche con il vostro partner.
- Organo sessuale femminile
- Clitoride
- Frenulo (del pene)
- Pene
- Punto G
- Punto L maschile
- Sperma o liquido seminale maschile


Come mai in certi casi il Pene non si indurisce sufficientemente per effettuare un atto sessuale
Disfunzione erettile

La disfunzione erettile è l’incapacità del maschio di ottenere e/o mantenere una sufficiente erezione del pene sia per la propria che per la necessità del/della partner nell’ambito della gestione del rapporto sessuale. Tale fatto può verificarsi saltuariamente e senza indurre problemi psicologici o gestionali, ma quando si ripete più volte e il difetto erettile diventa più importante per qualità e/o quantità allora si attivano le problematiche con essa connesse. La disfunzione erettile frequente induce sia questioni emotive che di relazione e spesso induce la riduzione dell’autostima con un rafforzamento dei processi disfunzionali.
Le cause sono numerose e diverse e non tutte sempre chiare o semplici da dimostrare e quindi trattare. La disfunzione erettile peraltro non è solo una delle conseguenze inevitabili dell’invecchiamento.
L’incidenza della disfunzione erettile maschile è di circa il 10% della popolazione occidentale generale, ma arriva al 50% nell’età compresa tra i 40 ed i 70 anni. Purtroppo la questione viene affrontata adeguatamente solo da una piccolissima parte degli maschi  interessati in tutte le età ed in particolare negli uomini giovani, sia per minimizzazione che per timore o vergogna. Questo atteggiamento porta spesso al peggioramento del quadro complessivo che invece spesso può essere risolto anche abbastanza facilmente, se non sempre rapidamente, dopo la accurata diagnosi delle cause.

A parte la possibile irritazione = infiammazione della prostata (che deriva sempre da infiammazioni intestinali e congestione pelvica - dovuto all'abnorme afflusso di liquidi nelle viscere = l'intestino, il quale preme la vescica verso il basso (prolasso della sacca peritoneale per gravita' piu' o meno importante, dovuto all'infiammazione e quindi al peso anomalo dell'intestino) sommate a quelle anali (infiammazioni, ragadi e/o emorroidi), per cui la prostata che si trova fisicamente in mezzo, sotto la vescica e sopra la sacca anale, viene compressa dall'alto e dal basso e quindi si infiamma anch'essa); tutto cio' puo' impedire in certi soggetti che il sangue che affluisce in zona sia insufficiente all'erezione e non possa affluire bene al pene.
L'erezione del pene avviene grazie alle cellule dei tessuti muscolari del pene che ben irrorate dal sangue, introducono il Potassio ed eliminano le tossine dall'interno di esse. Quando diminuisce l'afflusso di sangue e di Potassio in quelle cellule, l'erettilita' del pene viene compromessa, oppure essa e' dovuta  al problema psicologico (
Cause Psicologiche e Stress) per il fatto che la femmina NON attrae sufficientemente quel maschio; ma vi sono altre concause:

  • Malattie Vascolari
  • Diabete
  • Farmaci che inducono direttamente o indirettamente le disfunzioni dell’erezione, compresi quelli per la cura dell’ipertensione, le patologie cardiovascolari, gli antidepressivi ed i tranquillanti, i sedativi, oltre ovviamente l’impiego continuo degli alcoolici, del fumo e delle droghe che nel medio-lungo periodo di tempo producono lesioni neurovascolari.
    + TUTTI i Vaccini  +  Amalgami dentali
  • Squilibri Endocrini
  • Cause Neurologiche
  • Traumi e Chirurgia Pelvica
  • Malattia di Peyronie
  • Insufficienza Venosa
  • Congestione Pelvica

.......ed altre ancora che in genere non vengono ricercate.

Una di queste e la piu' frequente, ma la meno studiata, e' che quando vi sono infiammazioni croniche all'intestino, questo "sottrae", per il richiamo di liquidi e quindi anche di sangue dal circolo sanguigno questo perche' l'infiammazione viscerale richiama il sangue nell'intestino, sottraendolo quindi agli arti ed anche al pene quando necessario.
Per cui occorre in questi casi eliminare le infiammazioni intestinali per rimettere in circolazione il quantitativo di liquidi (sangue e potassio) necessario.

Infatti ogni volta che si eliminano quelle infiammazioni, l'erezione nel maschio si presenta molto piu' facilitata e prolungata.