Complimenti.....Sei entrato nel piu' completo Portale sulle Medicine Alternative, Biologico  Naturali e Spirituali - la Guida alla Salute Naturale - Leggi, Studia, Pratica e starai in Perfetta  Salute, senza Farmaci ne' Vaccini


GUIDA  alla  SALUTE con la Natura

"Medicina Alternativa"   per  CORPO  e   SPIRITO
"
Alternative Medicine"
  for  BODY  and SPIRIT
 

 
 


BAMBINI e GIOVANI SEMPRE piu' MALATI, con i VACCINI - 2
BAMBINI e GIOVANI SANI SENZA i VACCINI

 

Continua da QUI:  Bambini piu' malati con i Vaccini - 1 + Bambini piu' malati con i vaccini - 3 + Bambini piu' malati con i vaccini - 4

Analisi rettificata
Dopo aggiustamento per tutti gli altri fattori significativi, quelli che sono rimasti significativamente associati con NDD sono stati: vaccinazione (OR 3.1, IC 95%: 1,4, 6,8); genere maschile (OR 2,3, IC 95%: 1,2, 4,3); e parto pretermine (OR 5.0, IC 95%: 2.3, 11.1). L'associazione apparentemente forte tra vaccinazione e nascita pretermine e NDD ha suggerito la possibilità di un'interazione tra questi fattori.

In un modello finale aggiustato per testare questa possibilità, controllando l'interazione tra parto pretermine e vaccinazione, i seguenti fattori sono rimasti significativamente associati con NDD: vaccinazione (OR 2,5, IC 95%: 1,1, 5,6), razza non bianca (OR 2,4 , IC 95%: 1,1, 5,4) e sesso maschile (OR 2,3, IC 95%: 1,2, 4,4). La nascita pretermine, tuttavia, non era significativamente associata con NDD, mentre la combinazione (interazione) del parto pretermine e della vaccinazione era associata ad aumenti di 6.6 volte maggiori di NDD (IC 95%: 2.8, 15,5) (Tabella 8).

Tabella 8. Analisi di regressione logistica rettificate dei fattori di rischio e NDD *

 

Modello rettificato (modello 1)

Modello aggiustato con interazione (modello 2)

Stato di vaccinazione

 

 

     vaccinato

3.1 (1.4 - 6.8)

2.5 (1.1 - 5.6)

     Non vaccinato

arbitro

arbitro

Gara

 

 

     Non-Bianco

2.3 (1.0 - 5.2)

2.4 (1.1 - 5.4)

     bianca

arbitro

arbitro

Sesso del bambino

 

 

     Maschio

2.3 (1.2 - 4.3)

2.3 (1.2 - 4.4)

     Femmina

arbitro

arbitro

Nascita prematura

 

NS

     sì

5.0 (2.3 - 11.1)

     No

arbitro

La nascita pretermine e l'interazione con la vaccinazione

 

 

     Nessuna interazione

Non nel modello

arbitro

     Pretermine e vaccinato

6,6 (2,8 - 15,5)

  * Numero di osservazioni leggere 666, numero di osservazioni utilizzate 629. NDD = 47, Non NDD = 582

Discussione

A seguito di una raccomandazione dell'Istituto di Medicina [19] per studi comparativi sugli esiti sanitari di bambini vaccinati e non vaccinati, questo studio si è concentrato su bambini in età scolare da 6 a 12 anni basati su segnalazioni anonime di condizioni di gravidanza, storie di nascita, medici -Danni diagnosticati, farmaci e uso sanitario. Gli intervistati erano per lo più donne di alto reddito bianche, sposate e con istruzione superiore, che erano state contattate e invitate a partecipare allo studio dai leader delle loro organizzazioni homeschool. I dati del sondaggio sono stati anche utilizzati per determinare se la vaccinazione fosse associata specificamente con NDD, una categoria diagnostica derivata che combina i bambini con le diagnosi di disabilità dell'apprendimento, ASD e / o ADHD.

Per quanto riguarda le condizioni acute e croniche, i bambini vaccinati erano significativamente meno probabili rispetto a quelli non vaccinati di avere la varicella e la pertosse ma, contrariamente alle aspettative, erano significativamente più probabilità di essere diagnosticati con otite media, polmonite, rinite allergica, eczema e NDD . I vaccinati avevano anche maggiori probabilità di aver usato antibiotici, allergie e febbre; essere stato dotato di tubi auricolari di ventilazione; visitato un medico per un problema di salute nell'anno precedente, e stato ricoverato in ospedale. La ragione per il ricovero in ospedale e l'età del bambino all'epoca non erano determinate, ma quest'ultimo risultato sembra coerente con uno studio di 38.801 segnalazioni al VAERS di bambini che erano stati ospedalizzati o erano morti dopo aver ricevuto le vaccinazioni. Lo studio ha riportato una relazione lineare tra il numero di dosi di vaccino somministrate contemporaneamente e il tasso di ospedalizzazione e morte; inoltre, più giovane era il bambino al momento della vaccinazione, più alto era il tasso di ospedalizzazione e morte [55]. Il tasso di ospedalizzazione è aumentato dall'11% per 2 dosi di vaccino al 23,5% per 8 dosi (r2 = 0,91), mentre il tasso di mortalità del caso è aumentato significativamente dal 3,6% per quelli che ricevevano da 1-4 dosi al 5,4% per quelli che ricevevano da 5-8 dosi.

A sostegno della possibilità che il numero di vaccinazioni ricevute possa essere implicato nei rischi associati a malattie croniche, un confronto tra bambini non vaccinati, parzialmente e completamente vaccinati nel presente studio ha dimostrato che i vaccinati parzialmente erano aumentati ma intermedi di malattia cronica, tra quelli di bambini non vaccinati e completamente vaccinati, in particolare per la rinite allergica, l'ADHD, l'eczema, una disabilità dell'apprendimento e l'NDD nel suo complesso.

 Le percentuali nazionali di ADHD e LD sono paragonabili a quelle dello studio. Il tasso di ADHD negli Stati Uniti per età 4-17 (due volte la fascia d'età dei bambini rispetto allo studio attuale) è dell'11% [31]. Il tasso di studio di ADHD per età 6-12 è 3,3% e 4,7% quando sono inclusi solo i bambini vaccinati. Il tasso nazionale di LD è del 5% [32] e i dati dello studio mostrano un tasso di LD del 3,9% per tutti i gruppi e del 5,6% quando sono inclusi solo i bambini vaccinati. Tuttavia, la prevalenza di ASD del 2,24% da un'indagine su genitori CDC è inferiore al tasso di studio del 3,3%. I maschi vaccinati erano significativamente più probabili rispetto alle femmine vaccinate di essere stati diagnosticati con rinite allergica e NDD. La percentuale di maschi vaccinati con NDD in questo studio (14,4%) è coerente con i risultati nazionali basati sulle risposte dei genitori alle domande del sondaggio, indicando che il 15% degli Stati Uniti i bambini dai 3 ai 17 anni negli anni 2006-2008 avevano un NDD [28]. I ragazzi hanno anche maggiori probabilità rispetto alle ragazze di diagnosticare un NDD e in particolare l'ASD [29].

La vaccinazione era fortemente associata sia all'otite media che alla polmonite, che sono tra le complicanze più comuni dell'infezione da morbillo [56,57]. Le probabilità di otite media erano quasi quattro volte superiori tra i vaccinati (OR 3,8, IC 95%: 2,1, 6,6) e le probabilità di miringotomia con posizionamento del tubo erano otto volte superiori a quelle dei bambini non vaccinati (OR 8,0, 95% CI: 1.0, 66.1). L'otite media acuta (AOM) è un'infezione infantile molto frequente, che conta fino a 30 milioni di visite mediche all'anno negli Stati Uniti e il motivo più comune per prescrivere antibiotici per i bambini [58,59]. L'incidenza di AOM raggiunge picchi di età compresa tra 3 e 18 mesi e l'80% dei bambini ha avuto almeno un episodio all'età di 3 anni. I tassi di AOM sono aumentati negli ultimi decenni [60]. A livello mondiale, l'incidenza di AOM è del 10,9%, con 709 milioni di casi ogni anno, Il 51% si verifica nei bambini di età inferiore ai 5 anni [61]. L'AOM pediatrico è una preoccupazione significativa in termini di utilizzo sanitario negli Stati Uniti, con un costo annuo di assistenza sanitaria di $ 2,88 miliardi [62].

Numerosi rapporti di AOM sono stati archiviati con VAERS. Una ricerca di VAERS per "Casi in cui l'età è inferiore a 1 e l'intervallo di insorgenza è 0 o 1 o 2 o 3 o 4 o 5 o 6 o 7 giorni e il sintomo è otite media" [63] ha rivelato che 438.573 casi sono stati segnalati tra il 1990 e 2011, spesso con febbre e altri segni e sintomi di infiammazione e coinvolgimento del sistema nervoso centrale. Uno studio [64] ha valutato il trasporto nasofaringeo di di S. pneumoniae , H. influenzae e M. catarrhalis durante l'AOM in bambini completamente immunizzati, in parte immunizzati con 0 o 1 dose di Pneumococcal Conjugate Vaccine-7 (PCV7), e "controllo storico" "I bambini dell'era pre-PCV-7 e hanno riscontrato un'aumentata frequenza di M. catarrhaliscolonizzazione nel gruppo vaccinato rispetto ai gruppi parzialmente immunizzati e di controllo (76% vs 62% e 56%, rispettivamente). Un alto tasso di colonizzazione della Moraxella catarrhalis è associato ad un aumentato rischio di AOM [65].

Una vaccinazione efficace contro le infezioni da pneumococco può portare alla sostituzione di quest'ultimo nella nicchia nasofaringea con sierotipi e malattie da pneumococco non vaccino [66]. La vaccinazione con PCV-7 ha un marcato effetto sulla composizione completa del microbiota del tratto respiratorio superiore nei bambini, andando oltre gli spostamenti nella distribuzione di sierotipi di pneumococco e potenziali patogeni potenziali e con conseguente aumento di anaerobi, batteri gram-positivi e batteri gram-negativi specie. La somministrazione di PCV-7 è anche fortemente correlata all'emergenza e all'espansione di specie di specie orofaringee. Queste osservazioni hanno suggerito che l'eradicazione dei sierotipi di vaccino contro i pneumococchi può essere seguita dalla colonizzazione di altre specie batteriche nella nicchia nasofaringea vacante, portando a squilibri di composizione batterica (disbiosi) e aumento dei rischi di otite media. Il monitoraggio a lungo termine è stato raccomandato come essenziale per comprendere le piene implicazioni dei cambiamenti indotti dalla vaccinazione nella struttura del microbiota [67].

Il secondo obiettivo del documento si è incentrato su uno specifico risultato di salute e ha cercato di determinare se la vaccinazione rimanesse associata a disturbi dello sviluppo neurologico (NDD) dopo aver controllato per altri fattori misurati. Dopo la regolazione, i fattori che sono rimasti significativamente associati con NDD sono stati vaccinazione, razza non bianca, genere maschile e nascita pretermine. L'associazione apparentemente forte tra vaccinazione e nascita pretermine e NDD ha suggerito la possibilità di un'interazione tra questi fattori. Questo è stato mostrato in un modello aggiustato finale con interazione (controllo per l'interazione della nascita pretermine con la vaccinazione). In questo modello, la vaccinazione, la razza non bianca e il genere maschile sono rimasti associati a NDD, mentre la nascita pretermine non era più associata a NDD. Però,

In sintesi, la vaccinazione, la razza non bianca e il genere maschile erano significativamente associati con NDD dopo aver controllato per altri fattori. 
La nascita pretermine, sebbene significativamente associata con NDD in analisi non aggiustate e aggiustate, non era più associata con NDD nel modello finale con interazione. Tuttavia, la nascita pretermine e la vaccinazione combinata erano fortemente associate con NDD nel modello finale aggiustato con interazione, più che raddoppiando le probabilità di NDD rispetto alla sola vaccinazione. 
La nascita pretermine è stata a lungo nota come un fattore importante per NDD [68,69], ma dal momento che i neonati pretermine sono regolarmente vaccinati, gli effetti separati della nascita pretermine e della vaccinazione non sono stati esaminati. 
Il presente studio suggerisce che la vaccinazione potrebbe essere un fattore che contribuisce alla patogenesi della NDD, ma anche che la nascita pretermine di per sé può avere un ruolo minore o molto ridotto in NDD (definito qui come ASD, ADHD e / o disabilità dell'apprendimento) di quanto si pensi attualmente . I risultati suggeriscono anche che la vaccinazione accoppiata alla nascita pretermine potrebbe aumentare le probabilità di NDD oltre a quella della sola vaccinazione.

Potenziali limitazioni
Non abbiamo deciso di testare un'ipotesi specifica sull'associazione tra vaccinazione e salute. Lo scopo dello studio era di determinare se gli esiti di salute dei bambini vaccinati differivano da quelli dei bambini in età prescolare non vaccinati, dato che i vaccini hanno effetti non specifici sulla morbilità e mortalità oltre alla protezione contro i patogeni mirati [11]. I confronti erano basati sulle relazioni delle madri sui fattori relativi alla gravidanza, sulle storie di nascita, sulle vaccinazioni, sulle malattie diagnosticate dal medico, sui farmaci e sull'uso dei servizi sanitari. Abbiamo testato l'ipotesi nulla di nessuna differenza nei risultati utilizzando i test del chi-quadrato, e poi abbiamo usato gli odds ratio e il 96% degli intervalli di confidenza per determinare la forza e il significato dell'associazione.

Se gli effetti della vaccinazione sulla salute fossero limitati alla protezione contro i patogeni mirati, come si presume essere il caso [21], non ci si aspetterebbe alcuna differenza nei risultati tra i gruppi vaccinati e non vaccinati, fatta eccezione per le percentuali ridotte delle malattie infettive bersaglio.
 Tuttavia, in questo campione omogeneo di 666 bambini ci sono state sorprendenti differenze nei diversi esiti di salute tra i gruppi. I vaccinati hanno avuto meno probabilità di avere la varicella o la pertosse, come previsto, ma più probabilmente sono stati diagnosticati con infezioni da polmonite e otiti, nonché allergie e NDD.

Quale credibilità può essere data ai risultati? 
Questo studio non doveva essere basato su un campione rappresentativo di bambini in età prescolare, ma su un campione di convenienza di dimensioni sufficienti per testare differenze significative nei risultati. 
Gli studenti homeschooler sono stati presi di mira per lo studio perché i loro tassi di completamento della vaccinazione sono inferiori a quelli dei bambini nella popolazione generale. A tale riguardo, il nostro sondaggio pilota ha avuto esito positivo, dal momento che i dati erano disponibili su 261 bambini non vaccinati.

Per eliminare le opportunità di soggettività o opinione nei dati, sono state richieste solo informazioni fattuali e le domande hanno coinvolto eventi memorabili come malattie diagnosticate da un medico in un bambino. Per quanto riguarda la riduzione al minimo di potenziali pregiudizi nelle informazioni fornite dalle madri, tutte le comunicazioni con quest'ultima hanno messo in evidenza la neutralità per quanto riguarda la vaccinazione e la sicurezza dei vaccini. Per minimizzare i pregiudizi di richiamo, agli intervistati è stato chiesto di utilizzare i registri di vaccinazione dei propri figli. Per migliorare l'affidabilità, sono state utilizzate domande a risposta chiusa e ogni serie di domande doveva essere completata prima di passare alla successiva. Per migliorare la validità, ai genitori è stato chiesto di segnalare solo le malattie diagnosticate dal medico.

I rapporti delle madri non potevano essere convalidati dai dati clinici perché il sondaggio era stato progettato per essere anonimo. Tuttavia, le relazioni autonome relative a eventi significativi forniscono una proxy valida per i registri ufficiali quando le cartelle cliniche e i dati amministrativi non sono disponibili [70]. Se alle madri fosse stato chiesto di fornire copie delle cartelle cliniche dei loro figli, non sarebbe stato più uno studio anonimo e avrebbero portato a pochi questionari completati. Siamo stati informati dai dirigenti di homeschool che gli sforzi di reclutamento non avrebbero avuto successo se avessimo insistito per ottenere le cartelle cliniche dei bambini come requisito per partecipare allo studio.

Un'ulteriore limitazione potenziale è la sottovalutazione della malattia nei bambini non vaccinati. I non vaccinati potrebbero aver ridotto artificialmente i tassi di malattia perché sono visti meno spesso dai medici e quindi avrebbero avuto meno probabilità di essere diagnosticati con una malattia? I vaccinati avevano infatti più probabilità di aver visto un medico per un controllo di routine negli ultimi 12 mesi (57,5% vs 37,1%, p <0,001; OR 2,3, IC 95%: 1,7, 3,1). Tali visite di solito comportano vaccinazioni, che le famiglie non vaccinanti dovrebbero rifiutare. Tuttavia, meno visite ai medici non significa necessariamente che i bambini non vaccinati hanno meno probabilità di essere visti da un medico se le loro condizioni lo giustificano. Infatti, poiché i bambini non vaccinati avevano più probabilità di essere diagnosticati con la varicella e la pertosse,

Strengths of the study include the unique design of the study, involving homeschool mothers as respondents, and the relatively large sample of unvaccinated children, which made it possible to compare health outcomes across the spectrum of vaccination coverage. Recruitment of biological mothers as respondents also allowed us to test hypotheses about the role of pregnancy-related factors and birth history as well as vaccination in NDD and other specific conditions. In addition, this was a within-group study of a demographically homogeneous population of mainly white, higher-income and college-educated homeschooling families in which the children were all 6-12 years of age. Information was provided anonymously by biological mothers, obviously well-informed about their own children’s vaccination status and health, which likely increased the validity of the reports.

Conclusioni
La valutazione degli effetti a lungo termine del programma di vaccinazione su morbilità e mortalità è stata limitata [71]. In questo studio pilota di bambini in età prescolare vaccinati e non vaccinati, sono state riscontrate probabilità ridotte di varicella e di pertosse tra i vaccinati, come previsto, ma sono state riscontrate probabilità inaspettatamente aumentate per molte altre condizioni diagnosticate dal medico. Sebbene la struttura trasversale dello studio limiti l'interpretazione causale, la forza e la coerenza dei risultati, l'apparente relazione dose-risposta tra lo stato vaccinale e varie forme di malattia cronica e l'associazione significativa tra vaccinazione e NDD supportano tutti possibilità che alcuni aspetti dell'attuale programma di vaccinazione possano contribuire al rischio di morbilità infantile. 
La vaccinazione è rimasta significativamente associata con NDD dopo il controllo di altri fattori, mentre il parto prematuro, a lungo considerato un importante fattore di rischio per NDD, non era associato con NDD dopo il controllo dell'interazione tra nascita pretermine e vaccinazione. Inoltre, la nascita pretermine associata alla vaccinazione era associata ad un evidente aumento sinergico delle probabilità di NDD superiore a quello della sola vaccinazione. 
Tuttavia, i risultati dello studio dovrebbero essere interpretati con cautela. In primo luogo, sono necessarie ulteriori ricerche per replicare i risultati in studi con campioni più grandi e progetti di ricerca più forti.
In secondo luogo, soggetti a replicazione, i fattori potenzialmente dannosi associati al programma di vaccinazione dovrebbero essere identificati e affrontati e i meccanismi sottostanti meglio compresi.

Interessi conflittuali
Gli autori dichiarano di non avere interessi finanziari che abbiano alcun rapporto con alcun aspetto della condotta o delle conclusioni dello studio e il manoscritto presentato.  

Contributi dell'autore
AM ha progettato lo studio, ha contribuito all'analisi e all'interpretazione dei dati e ha redatto il documento. BR ha progettato lo studio, contribuito alla raccolta dei dati e modificato il documento. AB ha contribuito all'analisi dei dati e ha modificato il documento. BJ ha contribuito all'analisi e all'elaborazione dei dati. Tutti gli autori hanno letto e approvato la versione finale dell'articolo.

Fonti di finanziamento
Questo studio è stato supportato da sovvenzioni da Generation Rescue, Inc. e dall'Istituto di ricerca sulla sicurezza medica per bambini, organizzazioni di beneficenza che sostengono la ricerca sulla salute e la sicurezza dei bambini. I finanziatori non hanno avuto alcun ruolo o influenza sulla progettazione e sulla conduzione della ricerca o sulla preparazione delle relazioni.

Ringraziamenti
Gli autori ringraziano tutti coloro che hanno fornito commenti critici, suggerimenti e supporto finanziario per il progetto. Ringraziamo anche le organizzazioni collaborative homeschool e in particolare le madri che hanno partecipato al sondaggio.

Questo studio è stato approvato dall'Institutional Review Board della Jackson State University e completato prima del dott. Mawson in carica presso la Jackson State University. 

Riferimenti
Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) (1999) Dieci grandi risultati per la salute pubblica - Stati Uniti, 1900-1999. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 48: 241-243. [Crossref]

Whitney CG, Zhou F, Singleton J, Schuchat A; Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) (2014) Benefici dell'immunizzazione durante i vaccini per l'era del programma per bambini - Stati Uniti, 1994-2013. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 63: 352-355. [Crossref]

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) (2007) Copertura vaccinale tra i bambini all'asilo - Stati Uniti, anno scolastico 2006-07. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 56: 819-821. [Crossref]

Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) (2013) Copertura vaccinale tra i bambini all'asilo - Stati Uniti, anno scolastico 2012-13. MMWR Morb Mortal Wkly Rep 62: 607-612. [Crossref]

http://www.cdc.gov/vaccines/vacgen/whatifstop.htm  (accesso 19 giugno 2016)

http://www.hhs.gov/nvpo/vacc_plan/index.html  (accesso 19 giugno 2015).

http://www.cdc.gov/vaccines/schedules/index.html  (accesso 19 giugno 2016).

Ward BJ (2000) Vaccino eventi avversi nel nuovo millennio: c'è motivo di preoccupazione? Bull World Health Organ 78: 205-215. [Crossref]

Sienkiewicz D, Kulak W, Okurowska-Zawada B, Paszko-Pateg G (2012) Eventi avversi neurologici dopo la vaccinazione. Prog Health Sci 2: 129-141.

Pollard AJ (2007) Immunizzazione infantile: qual è il futuro? Arch Dis Child 92: 426-433. [Crossref]

Aaby P, Whittle H, Benn CS (2012) I programmi vaccinali devono considerare il loro effetto sulla resistenza generale. BMJ 344: e3769.[Crossref]

Cunningham AS (2015) I mandati di vaccini negli Stati Uniti stanno facendo più male che bene. BMJ 351: h4576.[Crossref]

Dórea JG. Esposizione a mercurio e alluminio nella prima infanzia: vulnerabilità evolutiva come fattore modificante negli effetti neurologici e immunologici . Int J Environ Res Public Health (2015) 12 (2): 1295-313.

Crowcroft NS1, Deeks SL2, Upshur RE2 (2015) Abbiamo bisogno di un nuovo approccio per fare raccomandazioni sui vaccini? BMJ350: h308.[Crossref]

Kessler DA1 (1993) Presentazione di MEDWatch. Un nuovo approccio alla segnalazione dei farmaci e degli effetti collaterali del dispositivo e dei problemi del prodotto. JAMA 269: 2765-2768 .[Crossref]

http://www.nap.edu/catalog.php?record_id=11234  (accesso 19 giugno 2016).

http://www.cdc.gov/vaccinesafety/pdf/iso-finalscientific_agenda-nov-10.pdf   (accesso 19 giugno 2016).

Institute of Medicine (2012) Effetti negativi dei vaccini: prove e causalità. The National Academies Press, Washington, DC.  

Institute of Medicine (2013) Programma di vaccinazione infantile e sicurezza: preoccupazioni degli stakeholder, prove scientifiche e studi futuri. The National Academies Press, Washington, DC.  

Maglione MA, Das L, Raaen L, Smith A, Chari R, et al. (2014) Sicurezza dei vaccini utilizzati per l'immunizzazione di routine dei bambini statunitensi: una revisione sistematica. Pediatria 134: 325-337. [Crossref]

Siegrist CA (2008) Vaccine Immunology. Vaccini. (5 ° Edtn). Saunders Elsevier.

Benn CS, Netea MG, Selin LK, Aaby P (2013) Un piccolo colpo: un grande effetto: immunomodulazione aspecifica da parte dei vaccini. Trends Immunol 34: 431-439. [Crossref]

Jensen KJ, Benn CS, van Crevel R (2016) Svelare la natura degli effetti non specifici dei vaccini - Una sfida per gli immunologi innati. Semin Immunol 28: 377-383. [Crossref]

Sørup S, Benn CS, Poulsen A, Krause TG, Aaby P, et al. (2014) Vaccino vivo contro morbillo, parotite e rosolia e il rischio di ricoveri ospedalieri per infezioni non mirate. JAMA 311: 826-835. [Crossref]

Aaby P, Benn C, Nielsen J, Lisse IM, Rodrigues A, et al. (2012) Testando l'ipotesi che il vaccino contro la difterite-tetano-pertosse abbia effetti negativi non specifici e differenziati per sesso sulla sopravvivenza infantile nei paesi con mortalità elevata. BMJ Open 2: e000707. [Crossref]

Garly ML1, Jensen H, Martins CL, Balé C, Baldé MA, et al. (2004) Vaccinazione dell'epatite B associata a mortalità femminile superiore a quella maschile in Guinea-Bissau: uno studio osservazionale. Pediatr Infect Dis J 23: 10861092. [ Crossref ]

Grandjean P, Landrigan PJ (2006) Neurotossicità dello sviluppo di sostanze chimiche industriali. Lancet 368: 2167-2178. [Crossref]

Boyle CA, Boulet S, Schieve LA, Cohen RA, Blumberg SJ,, et al. (2011) Tendenze nella prevalenza delle disabilità dello sviluppo nei bambini statunitensi, 1997-2008. Pediatrics 127: 10341042 [Crossref]

Baio J (2014) Prevalenza del disturbo dello spettro autistico tra i bambini di età compresa tra 8 anni - Rete di monitoraggio di disabilità dello sviluppo e dell'autismo, 11 Siti, Stati Uniti, Riepiloghi di sorveglianza 2010. MMWR 63: 1-21.

Zablotsky B, Black LI, Maenner MJ, Schieve LA, Blumberg SJ (2015) Stima la prevalenza di autismo e altre disabilità dello sviluppo in seguito a modifiche al questionario dell'Indagine sulla salute nazionale del 2014. Natl Health Stat Report 13: 1-20.

Visser SN, Danielson ML, Bitsko RH, Holbrook JR, Kogan MD, et al. (2014) Tendenze nella relazione genitoriale del disturbo da deficit di attenzione / iperattività diagnosticato e medicalizzato dal fornitore di assistenza sanitaria: Stati Uniti, 2003-2011. J Am Acad Child Adolesc Psychiatry 53: 34-46.e2 [Crossref]

Cortiella C, Horowitz SH (2014) The State of Learning Disabilities: fatti, tendenze e problemi emergenti. National Center for Learning Disabilities, New York :.

Cornwall W (2015) I tassi di autismo sono aumentati, ma è davvero in aumento? Rivista scientifica .

Landrigan PJ (2010) Che cosa causa l'autismo? Esplorando il contributo ambientale. Curr Opin Pediatr 22: 219-225. [Crossref]

Nevison CD (2014) Un confronto tra le tendenze temporali nella prevalenza di autismo negli Stati Uniti e le tendenze in sospetti fattori ambientali. Environ Health 13: 73. [Crossref]

Shaw CA, Seneff S, Kette SD, Tomljenovic L, Oller JW Jr, et al. (2014) entropia indotta da alluminio nei sistemi biologici: implicazioni per le malattie neurologiche. J Toxicol 2014: 491316. [ Crossref ]

Sealey LA, Hughes BW, Sriskanda AN1, Guest JR1, Gibson AD1, et al. (2016) Fattori ambientali nello sviluppo dei disturbi dello spettro autistico. Environ Int 88: 288-298. [Crossref]

http://www.hrsa.gov/vaccinecompensation/data.html  (accesso 20 giugno 2016).

Holland M, Conte L, Krakow R, Colin L (2011) Domande senza risposta dal programma di compensazione delle lesioni da vaccino: una revisione dei casi compensati di danno cerebrale indotto da vaccino. Pace Envtl L Rev 28: 480.

Doja A, Roberts W (2006) Immunizzazioni e autismo: una revisione della letteratura. Can J Neurol Sci 33: 341-346. [Crossref]

Prezzo CS, Thompson WW, Goodson B, Weintraub ES, Croen LA, et al. (2010) Esposizione prenatale e infantile a thimerosal da vaccini e immunoglobuline e rischio di autismo. Pediatria 126: 656-664. [Crossref]

DeStefano F, Price CS, Weintraub ES (2013) L'aumento dell'esposizione a proteine ​​e polisaccaridi che stimolano l'anticorpo nei vaccini non è associato al rischio di autismo. J Pediatr 163: 561-567. [Crossref]

McNeil MM, Gee J, Weintraub ES, Belongia EA, Lee GM, et al. (2014) Vaccine Safety Datalink: successi e sfide nel monitoraggio della sicurezza dei vaccini. Vaccine 32: 5390-5398. [Crossref]

Taylor LE, Swerdfeger AL, Eslick GD (2014) I vaccini non sono associati all'autismo: una meta-analisi basata sull'evidenza di studi caso-controllo e di coorte. Vaccino 32: 3623-3629. [Crossref]

Jain A, Marshall J, Buikema A, Bancroft T, Kelly JP, et al. (2015) Occorrenza di autismo da parte del vaccino MMR tra i bambini statunitensi con fratelli più grandi con e senza autismo. JAMA 313: 1534-1540. [Crossref]

Gerber JS, Offit PA (2009) Vaccini e autismo: una storia di ipotesi mutevoli. Clin Infect Dis 48: 456-461. [Crossref]

Choi BK, Manning ML (2010) Lo stato di vaccinazione dei bambini in età scolare in America. J Pediatr Health Care 24: 42-47. [Crossref]

Ray BD (2010) Risultati accademici e tratti demografici degli studenti homeschool: uno studio nazionale. J Acad Leadership 8: 1.

https://www.census.gov/library/publications/time-series/statistical_abstracts.html  (accesso 19 agosto 2016).

http://files.eric.ed.gov/fulltext/ED505409.pdf  (accesso 22 agosto 2016).

http://nces.ed.gov/pubs2006/2006042.pdf  (accesso 22 agosto 2016).

http://eric.ed.gov/?id=ED544174  (accesso 22 agosto 2016).

Surén P, Bakken IJ, Aase H, Chin R, Gunnes N, et al. (2012) Disturbo dello spettro autistico, ADHD, epilessia e paralisi cerebrale nei bambini norvegesi. Pediatria 130: e152-158. [Crossref]

Zocchetti C, Consonni D, Bertazzi PA (1997) Relazione tra tasso di prevalenza e odds ratio negli studi trasversali. Int J Epidemiol 26: 220-223. [Crossref]

Goldman GS, Miller NZ (2012) Tendenze relative delle ospedalizzazioni e della mortalità infantile per il numero di dosi di vaccino e l'età, sulla base del Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS), 1990-2010. Hum Exp Toxicol 31: 1012-1021. [Crossref]

Orenstein WA, Perry RT, Halsey NA (2004) Il significato clinico del morbillo: una revisione. J Infect Dis 189: S4-S16. [Crossref]

CDC (2013) Prevenzione di morbillo, rosolia, sindrome di rosolia congenita e parotite, 2013: raccomandazioni sintetiche del comitato consultivo sulle pratiche di immunizzazione (ACIP). Raccomandazioni e rapporti. MMWR 62: 1-34.

Dhooge IJ (2003) Fattori di rischio per lo sviluppo di otite media. Curr Allergy Asthma Rep 3: 321-325. [Crossref]

Siegel RM (2010) Linee guida sull'otite media acuta, uso di antibiotici e decisioni mediche condivise. Pediatria 125: 384-386. [Crossref]

Casselbrant ML, Mandel EM (2003) Epidemiologia. Otite media basata sull'evidenza. BC Decker, Hamilton, ON, Canada. Pp. 147-162.

Monasta L1, Ronfani L, Marchetti F, Montico M, Vecchi Brumatti L, et al. (2012) Onere della malattia causato dall'otite media: revisione sistematica e stime globali. PLoS One 7: e36226. [Crossref]

Ahmed S1, Shapiro NL, Bhattacharyya N (2014) Utilizzo incrementale dell'assistenza sanitaria e costi per l'otite media acuta nei bambini. Laringoscopio 124: 301-305. [Crossref]

http://www.medalerts.org/vaersdb/findfield.php?TABLE=ON&GROUP1=AGE&EVENTS=ON&SYMPTOMS [] = otite + supporti +% 2.810.033,078 mila% 29 & NUMDAYS [] = 0 e NUMDAYS [] = 1 & NUMDAYS [] = 2 & NUMDAYS [] = 3 & NUMDAYS [ ] = 4 & NUMDAYS [] = 5 & NUMDAYS [] = 6 & NUMDAYS [] = 7 & WhicAge = intervallo & LOWAGE = 0.0 & HIGHAGE = 1.0)  (accesso 25 agosto 2016).

Revai K, McCormick DP, Patel J, Grady JJ, Saeed K, et al. (2006) Effetto del vaccino pneumococcico coniugato sulla colonizzazione batterica nasofaringea durante otite media acuta. Pediatrics 117: 1823-1829. [Crossref]

Faden H, Harabuchi Y, Hong JJ (1994) Epidemiologia della Moraxella catarrhalis nei bambini durante i primi 2 anni di vita: rapporto con l'otite media. J Infect Dis 169: 1312-1317. [Crossref]

Weinberger DM, Malley R, Lipsitch M (2011) Sostituzione del sierotipo nella malattia dopo vaccinazione pneumococcica. Lancet 378: 1962-1973. [Crossref]

Biesbroek G, Wang X, Keijser BJ, Eijkemans RM, Trzcinski K, et al. (2014) Vaccino contro il pneumococco coniugato e il microbiota nasofaringeo nei bambini sani. Emerg Infect Dis 20: 201-210.

Goldin RL, Matson JL (2016) Nascita prematura come fattore di rischio per il disturbo dello spettro autistico. Dev Neurorehabil 19: 203-206. [Crossref]

Padilla N, Eklöf E, Mårtensson GE, Bölte S, Lagercrantz H, et al. (2015) Scarsa crescita del cervello nei neonati estremamente pretermine molto prima dell'inizio dei sintomi del disturbo dello spettro autistico. Cereb Cortex 27: 1245-1252. [Crossref]

Short ME, Goetzel RZ, Pei X, Tabrizi MJ, Ozminkowski RJ, et al. (2009) Quanto sono accurati i self-report? Analisi dell'assunzione e dell'assenza di assistenza sanitaria dichiarata rispetto ai dati amministrativi. J Occup Environ Med 51: 786-796. [Crossref]

Fisker AB, Hornshøj L, Rodrigues A, Balde I, Fernandes M, et al. (2014) Effetti dell'introduzione di nuovi vaccini in Guinea-Bissau sulla copertura vaccinale, la tempestività del vaccino e la sopravvivenza infantile: uno studio osservazionale. Lancet Glob Health 2: e478-e487. 

vedi articolo originale in Inglese: 
https://www.oatext.com/Pilot-comparative-study-on-the-health-of-vaccinated-and-unvaccinated-6-to-12-year-old-U-S-children.php
PDF dell'articolo in Italiano


Confronto fra Bambini Vaccinati, sempre malati e Bambini NON vaccinati, piu' sani

Nuovo studio/ricerca fra bambini Vaccinati e NON vaccinati, evidenzia la migliore salute dei NON vaccinati !
https://www.oatext.com/Pilot-comparative-study-on-the-health-of-vaccinated-and-unvaccinated-6-to-12-year-old-U-S-children.php#Article


Uno studio pilota su 666 bambini in età prescolare da 6 a 12 anni di quattro stati americani, pubblicato il 27 aprile 2017 sul Journal of Translational Sciences, ha confrontato 261 bambini non vaccinati con 405 bambini parzialmente o completamente vaccinati e ha valutato la loro salute generale in base alle loro madri ' segnalazioni di vaccinazioni e malattie diagnosticate da medici.
Quello che ha scoperto sugli aumenti delle malattie immuno-mediate come le allergie e le malattie del neurosviluppo, incluso l'autismo, dovrebbe far pensare a tutti i genitori due volte prima di vaccinare di nuovo !
vedi: The-1992-IAS-NZ-Survey-of-Vaccinated-vs.-Unvaccinated-Children + mawsonstudyhealthoutcomes5-8-2017-453297038


NUOVA ZELANDA, studio pubblicato, indicante la notevole differenza di sopravvivenza fra Vaccinati e NON vaccinati !
Confronto fra Bambini Vaccinati, sempre malati e Bambini NON vaccinati, piu' sani

Rapporto fra Bambini vaccinati e quelli NON vaccinati con meno ospedalizzazioni e morte
Vaccinazioni e risultati sulla salute:
Un sondaggio di Bambini dai 6 ai 12 anni fra quelli vaccinati e non vaccinati, sulla base delle relazioni di madri

Ritirato lo studio che esaminava le differenze nello stato di salute fra bambini vaccinati e non vaccinati - 2018
La censura della scienza non è un fatto nuovo. In Canada, ad esempio, hanno suscitato molte perplessità i vincoli governativi sempre più stringenti che impedivano agli scienziati di rendere note al pubblico le loro scoperte. La censura, nel suo complesso, è un problema costantemente sottostimato nella nostra società. L'elezione di Donald Trump ha certamente mostrato il fatto che i media mainstream riportano solo le narrazioni che vogliono farci vedere.

Nell'ultimo caso di censura scientifica, un articolo di una rivista scientifica è stato “rimosso,” ma solo dopo che i sostenitori dei vaccini hanno dichiarato che doveva essere eliminato. Lo studio, vedete, esaminava le differenze nello stato di salute fra bambini vaccinati e non vaccinati.
I risultati indicavano che "i bambini vaccinati mostravano significativamente meno probabilità di ricevere diagnosi di varicella e pertosse rispetto ai non vaccinati, ma significativamente più probabilità di ammalarsi di polmonite, otite media, allergie e patologie del neurosviluppo - NDDs (definite come disturbo dello spettro autistico, sindrome da deficit di attenzione e iperattività, e/o  disturbo dell'apprendimento).”

Dalle segnalazioni delle madri, i ricercatori hanno scoperto che i bambini vaccinatierano più soggetti ad allergie e patologie del neurosviluppo (NDDs). Il team ha notato che anche dopo aver tenuto conto di altri fattori, la vaccinazione restava associata in modo rilevante alla presenza di patologie a carico del neurosviluppo, con una probabilità di ricevere una diagnosi di questo tipo quasi tre volte superiore rispetto al controllo. La combinazione di nascita pretermine e vaccinazione produceva un rischio persino maggiore di NDDs, aumentandone le possibilità di oltre sei volte. 

Nell'abstract, i ricercatori hanno scritto come conclusione: “In questo studio basato sui report delle madri, i vaccinati hanno avuto un tasso superiore di allergie e di patologie del neurosviluppo rispetto ai non vaccinati. La vaccinazione, ma non la nascita pretermine, è rimasta associata in modo significativo a questo tipo di malattie dopo aver tenuto conto di altri fattori. Tuttavia, la nascita pretermine combinata con la vaccinazione  era associata ad un aumento apparentemente sinergico nello sviluppo di NDDs. Sono necessarie ulteriori ricerche che coinvolgano campioni più ampi e indipendenti per verificare e comprendere queste scoperte inattese ed ottimizzare l'impatto dei vaccini sulla salute dei bambini.”

Baxter Dmitry di Investment Watch Blog sottolinea che questo studio è stato  “rimosso” dalla rivista Frontiers In Public Health. Normalmente, è ancora possibile vedere la copia cache nell'archivio di internet. Ma Baxter afferma che anche quella è stata cancellata, dichiarando “anche la copia cache disponibile nell'archivio di internet è stata rimossa, il che denota l'esistenza di una vera e propria campagna per evitare che il pubblico venga a conoscenza di questo studio.” Fortunatamente, è stato salvato uno screenshot dello studio prima che il tutto scomparisse per sempre da internet.

Prima di essere rimosso da internet, lo studio è stato sottoposto ad una enorme quantità controlli; a quanto pare in questo caso l'uso di sondaggi, che vengono ampiamente utilizzati per la raccolta dati - sarebbe in qualche modo viziato dal "biais" (forma di distorsione della valutazione causata dal pregiudizio, N.d.T.). Fra i più suggestivi commenti pubblici, “Questo studio è caratterizzato da carente progettazione, benché i risultati non  siano impossibili.  Esso si basa sui report spontanei delle madri, inducendo al biais,” e “Ecco un altro studio spazzatura sulla rivista Frontiers. Scienziati, smettetela di recensire/pubblicare qui.”
Non è certo la prima volta che uno studio che mostri i potenziali effetti nocivi dei vaccini viene ritirato da internet. A febbraio, la rivista Vaccine rimosse temporaneamente, e poi alla fine ritirò, uno studio che associava il vaccino contro il papillomavirus (HPV) a disturbi comportamentali nei topi.  

Pubblicare ricerche che contengono informazioni in conflitto con le narrazioni dei mass media, continua a mostrarsi un modo veloce e facile per trovarsi sulla lista nera della censura da parte dei media tradizionali.
Questo fatto sottolinea ancora una volta l’importanza della ricerca indipendente e dei media alternativi.
Fonti:
- http://www.activistpost.com/2016/12/vaccinated-versus-unvaccinated-children-2016-health-study-pulled-from-publication.html
- http://www.naturalblaze.com/2016/12/notable-study-on-vaccinated-vs-unvaccinated-children-pulled-from-web.html
- http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20130625133943361
- https://vaccineimpact.com/2016/retracted-paper-linking-hpv-vaccine-to-behavioral-issues-republished/

Maggiori vaccinazioni, maggiore mortalità infantile: Lo studio di Miller e Goldman
In questo studio si correla la vaccinazione con l'indice di mortalità infantile (IMR).
Nonostante gli USA siano la nazione con la più alta percentuale di vaccinati, con 26 dosi di vaccino nei neonati prima dell'anno di vita, sono al 34° posto nella classifica per quanto riguarda la mortalità infantile, avendone piu' di ogni altra nazione ove si vaccina.
http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pmc/articles/PMC3170075/

CONFRONTI TRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI
Questo documento, “Vaccines: Get the full story”, giunge dall’ambiente medico statunitense (International Medical Council on Vaccination) che tra l’altro afferma: "Il progetto Cal-Oregon, sponsorizzato dalla Generation Rescue, ha condotto interviste tra genitori di bambini vaccinati e NON vaccinati per un totale di 17.674 bambini, riscontrando come i bambini vaccinati stiano assai peggio (in salute) di quelli NON-vaccinati":
- I bambini ambosessi vaccinati hanno segnato un più 120% di asma.
- I bambini maschi vaccinati hanno segnato un più 317% di ADHD.
- I bambini maschi vaccinati hanno segnato un più 185% di disordini neurologici.
- I bambini maschi vaccinati hanno segnato un più 146% di autismo.

Per leggere delle relazioni sulla bassa incidenza di autismo tra i NON vaccinati
http://childhealthsafety.wordpress.com/2009/06/03/japvaxautism/  + 
http://childhealthsafety.wordpress.com/2010/02/08/britvaxautism/

Altro studio SCONVOLGENTE sul tema: CONFRONTO FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI

I bambini vaccinati hanno da 2 a 5 volte più malattie e disturbi di quelli non vaccinati. Ecco le prove di un nuovo studio

Uno studio tedesco pubblicato nel settembre del 2011 su circa 8000 bambini non vaccinati, in età compresa tra gli 0 ed i 19 anni, mostra che i bambini vaccinati contraggono almeno 2-5 volte in più malattie e disturbi rispetto ai bambini non vaccinati…
I risultati sono presentati nel grafico a barre sottostante, i dati completi ed i risultati dello studio sono qui. Il dato è confrontato con lo studio tedesco KIGGS sulla salute dei bambini nella popolazione nazionale.
La maggior parte dei partecipanti al sondaggio erano statunitensi.

I dati sono stati raccolti da genitori con bambini non vaccinati tramite un questionario via Internet di vaccineinjury.info e Andreas Bachmair, un medico tedesco omeopatico.
Lo studio indipendente è auto-finanziato e non è sponsorizzato da una grande e “credibile” organizzazione sanitaria non-profit o del governo con conflitti di interesse politici e finanziari.
Ognuno degli 8000 casi, sono casi reali con documentazione medica. Tre altri studi hanno avuto risultati simili secondo Bachmair e sono di seguito riportati:

Alzburger Studio
Risultati: i 1.004 bambini non vaccinati, hanno avuto
- Asma= 0% (8-12% nella popolazione normale)
- Dermatite A= 1,2% (10-20% nella popolazione normale)
- Allergie= 3% (25% nella popolazione normale)
- ADHD 0,79% (5-10% in media tra i bambini)

Studio a lungo termine in Guinea-Bissau Africa occidentale”
I figli di 15.000 madri sono stati osservate dal 1990-1996 per 5 anni.
Risultato: il tasso di mortalità nei bambini vaccinati contro la difterite, il tetano e la pertosse è due volte superiore rispetto ai bambini non vaccinati (10,5% contro 4,7%).

Studio Nuova Zelanda Survey (1992) 
Lo studio ha coinvolto 254 bambini. In cui 133 bambini sono stati vaccinati e non vaccinati sono rimasti 121.
Risultato:

Segno

Vaccinati

NON Vaccinati

Asma

20 (15%)

4 (3%)

Eczema o eruzioni cutanee allergiche

43 (32%)

16 (13%)

Otite cronica

26 (20%)

8 (7%)

Tonsillite ricorrente

11 (8%)

3 (2%)

Mancanza di respiro e la sindrome della morte improvvisa del lattante

9 (7%)

2 (2%)

Iperattività

10 (8%)

1 (1%)

Nessuno studio che confronti lo stato di salute di persone vaccinate contro quelle non vaccinati è stata mai condotta negli Stati Uniti dal CDC o da qualsiasi altra agenzia governativa nei 50 anni o più di programmi di vaccinazioni (USA = ormai nel 2013 sono a più di 50 dosi di 14 vaccini vengono somministrate prima della scuola dell’infanzia, 26 dosi il primo anno).
La maggior parte dei dati raccolti dal CDC è contenuto nel database del Vaccine Adverse Event Reporting System (VAERS).
Le VAERS contiene generalmente solo il 3-5 per cento d’informazioni relative ad incidenti causati da vaccini.
Questo semplicemente avviene perché solo alcune reazioni immediate sono segnalate dai medici, ma molte altre non sono ammesse in quanto non ritenute essere reazioni al vaccino. Pertanto i numeri riportati nel VAERS sono solo reazioni immediate.
Le malattie ed i disturbi indotti dai vaccini non vengono riconosciuti da genitori o medici quando queste condizioni si sviluppano da pochi mesi a cinque anni o più di distanza dalla vaccinazione e non sarebbero mai stati riconosciuti come conseguenza di vaccinazioni multiple. In altre parole, molti bambini e adulti hanno malattie e disturbi che sono indotti da vaccino e non hanno mai sospettato che la causa derivi dai vaccini, così come indica questo studio.
Come dimostrato da questo studio e dal grafico i bambini non vaccinati non solo corrono meno rischi rispetto a quelli a cui vengono somministrate le vaccinazioni ma sono anche più sani. 
Cliccando qui potete vedere tutti i risultati completi dello studio ed i relativi grafici divisi per patologie ed età (lo studio è in inglese ma i grafici sono molto chiari e non lasciano dubbi sulla loro interpretazione).
Fonti:
Originale completo in inglese dello studio:
http://www.vaccineinjury.info/vaccinations-in-general/health-unvaccinated-children/survey-results-illnesses.html
http://journal.livingfood.us/2011/10/09/new-study-vaccinated-children-have-2-to-5-times-more-diseases-and-disorders-than-unvaccinated-children/
http://healthimpactnews.com/2011/new-study-vaccinated-children-have-2-to-5-times-more-diseases-and-disorders-than-unvaccinated-children/

I BAMBINI NON VACCINATI SONO MOLTO PIU' SANI di quelli VACCINATI
- By Françoise Berthoud, MD (pediatra) – 25/06/2010
Ho aspettato il momento giusto per informare, tutti coloro che mi seguono con affetto, di una piccola sorpresa e riconoscimento per l'impegno sociale che sto effettuando con i pochi mezzi che ho disposizione: da questo mese sono entrato a far parte come membro attivo dell'INTERNATIONAL MEDICAL COUNCIL ON VACCINATION
Pertanto, come richiesto, mi pregio diffondere l'articolo pervenuto che potete comunque trovare nell'edizione originale edito da Françoise Berthoud, MD (medical doctor, pediatra), il quale scrive così:  Ad aprile 2009 per l'esattezza, sono stato invitato a tenere un discorso ad una conferenza sulle vaccinazioni. Ho parlato dopo due dei migliori oratori che la Francia ha da offrire in materia: la giornalista Sylvie Simon e il biologo Michel Georget.  A sentirli parlare in passato, era assolutamente chiaro per me che la soluzione migliore è quella di stare il più lontano possibile dai vaccini.
Io proprio non sapevo cosa fare per garantire il meglio per restare vivo e vegeto. Come pediatra e omeopata qualificato a parlare su questo argomento, ho deciso di impostare una conferenza chiamata "La meravigliosa salute di bambini non vaccinati" con i miei amici, e Sylvie Michel.
Questo lavoro avrebbe dovuto poi evolversi in un libro che analizza le scelte di vita diverse attuate spesso da famiglie che non si vaccinano, tra cui parto in casa, l'allattamento, le terapie semplici, buon cibo (spesso vegetariano), un ambiente tranquillo e la fiducia nella capacità del corpo di guarire se stesso.
Nella mia vita come un pediatra, avevo passato un sacco di tempo nel dialogo con i genitori che spesso erano necessari per esprimere le loro paure sulle malattie e i vaccini.
Abbiamo elaborato insieme il percorso migliore per i propri figli. Alcuni hanno scelto di non vaccinare affatto. Altri hanno mantenuto paura della malattia, in particolare il Tetano. In questi casi, abbiamo posticipato la vaccinazione, per quanto possibile e usato una protezione con omeopatici.
Ho lavorato in Svizzera, dove non esiste un vero e proprio obbligo giuridico di vaccinazione, solo una forte pressione sociale.
In Francia, a pochi chilometri dal mio ufficio, vi erano quattro vaccinazioni obbligatorie, al momento (la Tubercolina è stata fortunatamente rimossa nel 2007) ne sono rimaste tre: Tetano, Difterite, Polio.
Alcune basi della mia capacità di parlare sulla salute meravigliosa dei bambini non vaccinati vengono dalla mia personale esperienza come medico, dopo aver raccolto anni di feedback: 
"Il mio bambino ha iniziato la tosse subito dopo la vaccinazione."   
"Ha avuto mal di orecchio costante da quando è stato vaccinato".  
"Mia figlia di 16 anni è completamente non vaccinata. Lei non è quasi mai ammalata. Se si ammala è per due giorni al massimo".   "I ragazzini che hanno seguito le normali linee guida di vaccinazione sono costantemente malati e in cura con gli antibiotici".
Questo non è stato sufficiente per scrivere un libro; comunque ho trovato che queste osservazioni sono parallele molte più volte in tutto il mondo. Seguitemi in tutto il pianeta.

EUROPA
In Inghilterra, Michel Odent (Medical Doctor) ha mostrato in due studi che i bambini che non avevano ricevuto il vaccino anti-pertosse avevano episodi di asma 5-6 volte inferiori a quelli che erano stati vaccinati per esso. Il primo studio è stato su 450 bambini da La Leche League; la seconda su 125 bambini alle scuole Steiner.
In tutta Europa, un gruppo di pediatri hanno per lo più studiato altrettanti 14.893 bambini nelle scuole Steiner in Austria, Germania, Olanda, Svezia e Svizzera ed hanno trovato che i bambini che vivono la cultura della "Antroposofia" (dove la vaccinazione è in gran parte evitata) erano in migliore salute rispetto ai controlli. Le malattie allergiche e sensibilizzazione atopica nei bambini legati allo stile di vita agricola e antroposofici (Persifal study. Allergy 2006, 61 (4) : 414-421.)
In Germania, uno dei ricercatori europei di studio alle scuole Steiner scrisse: "Nella parte orientale di Berlino prima della caduta del muro, abbiamo visto meno allergie che in Occidente. Questa popolazione è più povera, più vicino alla natura e meno vaccinata. Troppo igiene non è sempre molto buono".
Come ricercatore britannico e autore della "Ipotesi dell'igiene" il Prof. David Strachan potrebbe dire: "Dacci oggi il nostro germe quotidiano". Tale argomento fu ripreso anche nel 2008 dal Corriere della Sera (NdR)
In Spagna, Xavier Uriarte (Medical Doctor) e J. Manuel Marín (Medical Doctor) hanno pubblicato uno studio nel 1999 su 314 bambini che hanno seguito tra il 1975 e il 2000.
Questo gruppo di bambini è caratterizzato da una maggioranza di nascite in casa o per vie naturali, allattamento al seno prolungato, nessuna vaccinazione, educazione alla salute olistica e nessuna medicina allopatica. Non ci sono state malattie gravi, pochi ricoveri (soprattutto per traumi), e solo del 3,3% gli episodi di asma rispetto al 20% nella popolazione generale e, naturalmente, un sacco di soldi sono stati risparmiati !

USA
Il tasso di autismo negli Stati Uniti è ormai un impensabile 1 su 100 (anche se dalla CNN il rapporto è stato dichiarato 1 su 91). Coloro che non sono vaccinati possono vantare numeri che sono in scioccante contrasto alle statistiche della nazione.
Poiché questo articolo è rivolto principalmente al popolo americano, non andrà avanti a lungo qui. Molti di voi conoscono il lavoro del vostro giornalista Dan Olmsted che dimostra l'assenza incredibile di autismo nelle comunità Amish "non vaccinate" della Pennsylvania e Ohio.
Ulteriormente impressionante è quanto giunge dalla Clinica Medica Homefirst con sede a Chicago gestita da un gruppo di medici tra cui il Direttore Medico Mayer Eisenstein. Essi non hanno conosciuto l'autismo e le allergie (super-scarse) nei loro figli, molti dei quali erano nati a domicilio, e la maggior parte dei quali non hanno avuto le vaccinazioni. Nel 1985, ho tradotto in francese il lavoro di un pediatra statunitense Robert Mendelsohn "Come allevare un bambino sano, nonostante il medico".
Ora trovo un risultato concreto nel campo della meravigliosa salute di ragazzi seguiti dai medici che sono i suoi allievi !... 
Mi piacciono queste sincronicità nella mia vita.

AUSTRALIA
Nel 1942 Leslie Owen Bailey, fondatore della Natural Health Society of Australia, ha accettato la tutela di 85 bambini le cui madri non erano in grado di prendersi cura di loro.
Tra questi 85 bambini, nessuna vaccinazione è stata mai somministrata, non hanno mai preso o utilizzato farmaci, e non sono mai state eseguite operazioni.  L'unica malattia che si è verificata è stato quando 34 bambini hanno sviluppato la varicella. Essi sono stati immediatamente messi a letto, gli hanno dato solo acqua pura o succo di frutta fresca. Tutti recuperati rapidamente senza effetti collaterali. Le indagini hanno rivelato che questi bambini, mentre erano a scuola hanno scambiare i loro pranzi sani con malsani alimenti tradizionali, per cui questa epidemia non era del tutto sorprendente.
Molti di questi bambini hanno ereditato cattive condizioni di salute a causa di una storia di malattia e malnutrizione nelle loro madri. Nonostante questo e il fatto che non sono mai stati allattati al seno, né hanno potuto godere il fisiologico normale contatto tra madre e figlio, sono stati in grado di crescere in modo robusto e diventare bambini autosufficienti.

NUOVA ZELANDA
Due studi condotti in Nuova Zelanda nel 1992 e 1995 mostrano che i bambini NON vaccinati hanno chiaramente meno allergie, meno otiti, meno tonsilliti, meno raffreddori, meno epilessie e meno Sindromi da Deficit di Attenzione e Iperattività (ADHD).

GIAPPONE
Un periodo interessante in Giappone è stato dal 1975-1980, quando è stata presa la decisione per iniziare la prima vaccinazione a due anni di età invece che a due mesi. Il motivo è che era stato scoperto sempre più un collegamento tra i vaccini e la SIDS (Sindrome della morte improvvisa del lattante)
Uno studio fu pubblicato su Pediatrics che dimostrava come dal 1970 al gennaio 1975, vi erano stati 57 casi di reazioni gravi al vaccino, di cui 37 decessi. Da febbraio 1975 a agosto 1981 ci sono stati 8 casi di reazioni gravi al vaccino, tra cui 3 decessi.
Sfortunatamente per i bambini e i loro genitori, il piano di vaccinazione giapponese è ormai "normalizzato" di nuovo. Lo studio dimostra anche che il sistema immunitario è più forte a due anni rispetto a due mesi. Quanto bene avrebbe fatto a questi ragazzi se non fossero stati vaccinati a tutto?
Troviamo la stessa osservazione in uno studio di un giornale di Allergologia e Immunologia Clinica. Degli 11.531 bambini studiati all'età di sette anni, ecco i risultati: vaccinati a due mesi (il 13,8% sono asmatici), vaccinati tra i due e i quattro mesi (il 10,3%), vaccinati dopo quattro mesi, il 5,9%. Ancora una volta, quanto bene avrebbe potuto fare a questi ragazzi se non fossero stati vaccinati a tutto?

La lezione imparata sulla vaccinazione
In qualità di interessato, pediatra compassionevole e premuroso, posso solo arrivare ad una conclusione: i bambini non vaccinati hanno di gran lunga la migliore possibilità di godere di meravigliosa salute.
Ogni vaccinazione ha tutte le carte per paralizzare le possibilità di questo fine.
http://autismovaccini.org/2010/06/25/la-meravigliosa-salute-dei-bambini-non-vaccinati/
http://altrarealta.blogspot.it/

A riconferma al contrario…: (Fonte NaturalNews)
I sospetti sono stati confermati per coloro che diffidano nel vaccinare i loro figli. Un recente studio conferma le indagini indipendenti che mettono a confronto bambini NON vaccinati a bambini vaccinati.
Tutti gli studi mostrano che i bambini vaccinati hanno da due a cinque volte in più malattie infantili e allergie rispetto ai soggetti non vaccinati.
Il recente studio ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni. Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.
Tuttavia, il rimando americano per lo studio Bachmair si può trovare sul sito web VaccineInjury.info che ha aggiunto un link per i genitori di bambini vaccinati al fine di partecipare allo studio. Finora questa indagine in corso ha ben oltre 11.000 partecipanti.
I risultati sono stati simili tra i diversi paesi.
Naturalmente, nessuno di questi risultati è stato raccolto dal MSM (media tradizionali). Nessun finanziamento inoltre dai Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) o l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) o qualsiasi agenzia sanitario nazionale o internazionale http://healthimpactnews.com
Essi non osano confrontare la salute dei bambini non vaccinati a bambini vaccinati con obiettività poichè rischierebbero di perturbare la loro "vaxmania" (mania per la vaccinazione). Il punto di riferimento per tutti gli studi era per lo più sulle malattie infantili che si verificano con la maturazione del bambino.

Lesioni da vaccino drammatiche, debilitanti o letali non sono mai state al centro dell’attenzione dal momento che pochi di questi casi, il cinque per cento o meno, vengono segnalati al VAERS (Vaccine Adverse Injuries Reporting System) negli Stati Uniti per vari motivi, tra cui:
- E ‘un sistema complesso che richiede uno studio medico e, di conseguenza, tempo.
- La maggior parte dei genitori non sa dell’esistenza di questa associazione
- Solo le reazioni avverse che si verificano subito dopo le vaccinazioni vengono prese in considerazione
- Dal momento che la VAERS è un’associazione volontaria, la maggior parte dei medici non vuole auto incriminarsi con gli infortuni di vaccinazione e per questo motivo mantiene la propria posizione di negazione rispetto i pericoli del vaccino.
- Di conseguenza, nemmeno le reazioni avverse più terribili vengono riconosciute ed i problemi a lungo termine negativi per la salute derivanti dai vaccini non vengono considerati rilevanti.

Diverse indagini riassunte
Le malattie infantili di solito poste in analisi agli intervistati dalle indagini indipendenti si occupano di asma, ricorrenti tonsillite, bronchite cronica, sinusite, allergie, eczema, infezioni dell’orecchio, diabete, disturbi del sonno, enuresi, dislessia, emicranie, iperattività, ADD, epilessia, depressione, lento sviluppo di linguaggio o abilità motorie.

Nel 1992, un gruppo neozelandese chiamato Immunization Awareness Society (IAS) ha intervistato 245 nuclei familiari per un totale di 495 bambini. I bambini sono stati divisi in 226 vaccinati e 269 non vaccinati. Ottantuno famiglie avevano sia bambini vaccinati che non.
Le differenze sono state drammatiche, i bambini non vaccinati mostrarono molta meno incidenza di malattie infantili comuni rispetto ai bambini vaccinati http://www.vaccineinjury.info/images/stories/ias1992study.pdf
Da un sondaggio diverso nell’Isola del Sud della Nuova Zelanda (città di Christchurch) tra i bambini nati durante o dopo il 1977, nessuno dei bambini non vaccinati aveva mai avuto episodi di asma mentre quasi il 25% dei bambini vaccinati sono stati curati per l’asma, intorno all’età di 10 anni. (http:// www.vaccineinjury.info/images/stories/ias1992study.pdf
Molti dei commenti da parte dei genitori che hanno scelto di non vaccinare i propri figli (VaccineInjury.info) per l’indagine in corso Bachmair menzionano il pericolo effettivo rappresentato dalla vaccinazione e lo sviluppo naturale dell’immunità: http://www.vaccineinjury.info
Il dottor Tetyana Obukhanych, un immunologo Phd, ha scritto un libro al riguardo: “Illusione vaccino” con il quale è andato contro il dogma e il background della sua formazione medica. Egli afferma che l’immunità a qualsiasi malattia vera non è conferita dai vaccini.
L’esposizione alla malattia, che venga contratta o meno, è il vero vaccino. http://www.vaccinationcouncil.org
Può darsi che la più informale indagine in corso ora è di Tim O’Shea, DC, autore di “Vaccinazione non è Immunizzazione”.
Egli ha semplicemente ricevuto riscontri da parenti non vaccinati e li ha confrontati con il grado di salute di amici, figli e famiglie di sua conoscenza che invece erano stati vaccinati.
Questo e molto altro è disponibile sul suo sito: http://www.thedoctorwithin.com
Fonti:
http://healthimpactnews.com
http://www.vaccineinjury.info/images/stories/ias1992study.pdf
PF Louis for Naturalnews
Traduzione di Marta C. per Dionidream.wordpress.com

Da almeno 15 anni gli scienziati americani (dei CDC) sono consapevoli di una correlazione fra il mercurio dei vaccini (Timerosal) e l'Autismo. Ma invece di dare l'allarme, hanno preferito seppellire tutto“ - 23/05/2016
http://www.luogocomune.net/site/modules/news/article.php?storyid=3671


Il Consulente medico scientifico della Associazione UNIVERSO BAMBINO dott. Massimo Montinari (medico chirurgo della Polizia di Stato), con la Sua equipe, ha effettuato diversi anni or sono (1995) al Policlinico di Bari, delle precise ed accurate ricerche Clinico/Sanitarie (auto sovvenzionate) che DIMOSTRANO con certezza l'estrema pericolosità dei vaccini obbligatori e non.
Egli ha accertato (NON solo lui, ormai la cosa e' ben nota a chi vuole ricercare gli studi pubblicati...), che tutti i vaccini creano MUTAZIONI GENETICHE, invalidando ed alterando i geni del braccio corto del Cromosoma 6, (quello che controlla ed organizza il Sistema Immunitario) creando quindi gravi patologie handicappanti.
Anche perche' queste mutazioni indotte dai vaccini, possono anche essere scatenate dal fatto che nella produzione dei vaccini TUTTI quanti, compresa la Vitamina K1 inoculata alla nascita, vengono irradiati con il Cobalto 60....isotopo radioattivo che emette radioattivita' per 6-7 anni... !


Analisi della Vitamina K1 (sintetica) - per altri particolari su questa vitamina pericolosa vedi QUI
 

Di questi FATTI, sono state informate, appena avuti gli esiti delle ricerche, TUTTE le autorità competenti Italiane: Ministro e Ministero della Sanità, Aifa, Istituto Sup. Sanità, Università, Ricercatori molto noti, Trib. dei Minori, Ospedali, Associazioni dei malati, Giornali, Radio, TV, malgrado ciò, pur essendo la "scoperta del Secolo" NESSUNO ha mosso un dito per informare i cittadini di questi gravissimi danni. - vedi Interrogazione parlamentare disattesa dal 1966 !

Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio anch'esso puo' provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina nell'età adulta.
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook

Sintesi delle sostanze vaccinali iniettate nella microcircolazione di un Bambino, ragazzo, adulto:
Nell'attuale programma nazionale sui vaccini (US), nei primi 6 anni di vita il bambino riceve i seguenti ingredienti vaccinali:
-
17.500 mcg 2-fenossietanolo (insetticida)
- 5.700 mcg di alluminio (una nota neurotossina)
- Quantità sconosciuta di siero bovino fetale (sangue di vitello abortito)
- 801.6 mcg formaldeide (cancerogeno, agente imbalsamatore)
- 23.250 mcg di gelatina (macinato di carcasse di animali)
- 500 mcg di albumina umana (sangue umano, portatore di patologie dai donatori)
- 760 mcg di L-glutammato monosodico (causa obesità e diabete)
- Quantità sconosciute di cellule MRC-5 (feti di bambini umani abortiti)
- Oltre 10 mcg di neomicina (antibiotico, sconsigliato ai neonati)
- Oltre 0,075 mcg di polimixina B (antibiotico con gravi effetti collaterali)
- Oltre 560 mcg di polisorbato 80 (cancerogeno)
- 116 mcg di cloruro di potassio (utilizzato in iniezione letale per spegnere il cuore e smettere di respirare)
- 188 mcg fosfato di potassio (agente fertilizzante liquido, puo' produrre aritmie cardiache mortali, gastroenteriti e malfunzioni renali)
- 260 mcg di bicarbonato di sodio (bicarbonato di sodio)
- 70 mcg di borato di sodio (borace, infiammante, irritante per pelle e mucose, utilizzato per il controllo degli infertili - sterilità nei primati maschi)
- 54.100 mcg di cloruro di sodio (sale da cucina)
- Quantità sconosciute di citrato di sodio (additivo alimentare, decalcificatore)
- Quantità sconosciute di idrossido di sodio (pericolo ! Corrosivo)
- 2.800 mcg di fosfato di sodio (tossico per qualsiasi organismo)
- Quantità sconosciute di sodio fosfato monobasico monoidrato (tossico per qualsiasi organismo)
- 32.000 mcg di sorbitolo (da non iniettare, specie nei neonati...)
- Streptomicina da 0,6 mcg (antibiotico: nefrotossicità, riduzione della sensibilità uditiva (danno cocleare), vertigini, riduzione dell’equilibrio per danno vestibolare, blocco neuromuscolare, esantemi)
- Oltre 40.000 mcg di saccarosio (zucchero di canna, meglio evitarlo ai bambini)
- 35.000 mcg di proteine ​​del lievito (fungo NON iniettabile !)
- 5.000 mcg di urea (rifiuti metabolici da urina umana)
- Altri residui chimici
From the book, "What The Pharmaceutical Companies Don't Want You To Know About Vaccines"
- By Dr Todd M. Elsner
- vedi anche: http://gestis-en.itrust.de/

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con federazione case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)


Nei Vaccini immessi i microchips con la nanotecnologia

http://loveforlife.com.au/content/09/09/15/microchip-implants-ready-be-used-swine-flu-vaccines-chip-located-tip-needle

Danni dei Farmaci e Vaccini, eminenti medici/ricercatori indipendenti lo confermano
 


Visionare questo PDF con tutti i Grafici e l'ininfluenza dei vaccini sulla scomparsa delle malattie

I vaccini sono la vera causa degli ammalamenti di bambini che sempre piu' spesso si presentano negli studi medici, ed i pediatri ne sono altamente consapevoli, ma non vogliono riconoscere la causa vaccinale.., e questi sono anche fattori scatenanti che slatentizzano problemi eventualmente ereditati dai loro genitori anch'essi vaccinati e quindi con mutazioni genetiche occulte (portatori sani) dai vaccini ottenute.
La vera causa delle problematiche vaccinali sono la giusta conseguenza delle tossine ivi presenti che sono molte, e che vengono iniettate bypassando le principale difese immunitarie (pelle e mucose) nel corpo di un neonato, in un bambino ancora incapace a reagire in modo naturale a tale aggressione intestinale e quindi immunitaria, dato che sistema intestinale di un bambino e' ancora incapace di gestire il processo infiammatorio che essi, i vaccini, scatenano.
L'Infiammazione da essi generata che spesso si manifesta inizialmente con un rialzo febbrile, e/o con sfoghi dermatologici, ma in molti casi si trasforma in infiammazione importante detta ASIA che può arrivare a produrre danni neuroanatomici strutturali.
Cose bennote in letteratura, es: Wei H, Alberts I, Li X. Brain IL-6 and autism. Neuroscience. 2013 Nov 12;252:320-5. 
Quindi non sono solo i metalli, non sono solo le nanoparticelle, ma è il vaccino stesso a produrre una abnorme risposta infiammatoria ed immunitaria, che se non viene gestita in modo corretto, produce danni ANATOMICI.
In realtà, in quanto riduce le capacità autoriparative del SNC (Monje M, Toda H, Palmer T (2003) Inflammatory blockade restores adult hippocampal neurogenesis. Science 302:1760–1765).
Dobbiamo chiederci perchè i sistemi intestinali dei bambini sono sempre più deboli. Sicuramente contribuisce anche il fatto che i genitori sono stati vaccinati da piccoli e quindi immunodepressi e con mutazioni genetiche occulte, l'età e lo stato di salute della mamma e del padre, ma non solo.
Oggi è noto che ci sono periodi di elevata vulnerabilità sia durante la crescita fetale, che nel periodo post natale: “an environmental factor acting during a sensitive or vulnerable developmental period exerts effects that impact on structure and function of organs that, in some cases, will persist throughout life” (Seckl and Meaney 2004).
Per comprenderne i motivi dobbiamo capire che cosa succede durante una gravidanza e perchè il microbiota intestinale della mamma si sconvolge, arrivando ad essere simile a quello che è responsabile della sindrome metabolica.
Non è perchè la mamma deve nutrire anche il feto, ma perchè la mamma deve anche gestire per 9 mesi processi infiammatori intestinali, solitamente usati per riparare i nostri tessuti, che, durante la gravidanza servono a riparare dal nulla i tessuti del feto, e cio' non è una passeggiata.
Se durante la gravidanza l'intestino della donna diventa incapace di gestire questi processi, e cade in quella che è definita infiammazione cronica, diventa incapace di costruire in modo corretto i tessuti, generando future vulnerabilità. Infatti se la natura valuta l'intestino della donna debole, instaura infertilità, fino all'anamorrea.
Nonostante sappiamo che la quantità di ferro che scambiamo con l'esterno è solo un 0.05%, e sappiamo che una infiammazione intestinale riduce la capacità di recuperare il Ferro (Fe) dalla morte dei globuli rossi, che non viene buttato fuori, ma finisce in altri tessuti (grassi), infatti i medici propongono erroneamente una integrazione di Fe alle donne in gravidanza, senza preoccuparsi della sua assimilazione, il che contribuisce ad avere ulteriori carenze o eccedenze....per cui il Fe infiamma ancora di più, portando ad un ulteriore diminuzione del Fe, ma che fa cadere la donna in infiammazione cronica, quindi la rende incapace di costruire in modo corretto il feto.
La natura mette il Fe biocompatibile solo nel primo latte, colostro, in quanto è funzionale a mantenere fortemente infiammato, quindi permeabile, la membrana intestinale per consentire il passaggio di anticorpi e fattori di crescita, fin tanto che il nuovo corpo non diventa capace di realizzarli autonomamente.
Dopo 8 giorni, il Fe scompare dal colostro, ma i medici lo rimettono nelle formulazioni per allattamento artificiale, infiammando e indebolendo ancora di piu' il sistema intestinale del bambino,...
Traumi e stress durante la gravidanza, problemi "al parto", non allattamento al seno, difficoltà ad inserire latte vaccino, uso di latti arricchiti con ferro sono tutti cofattori all'aggravarsi dei danni prodotti dai vaccini.
In tutti questi casi occorrerebbero maggiori precauzioni,
Come ha scritto al Angell (dimessasi da capo editore del New England journal of medicine) "cosa potevamo aspettarci di diverso dopo che abbiamo messo la nostra salute nelle mani di multinazionali",
Ovviamente questa disinformazione sulla innocuita' dei vaccini è voluta, per essere certi di poter continuare a fare quello che si vuole sui poveri bambini.  
Disinformazione anche nei confronti della classe medica, che non viene stimolata a leggere quanto riportato su riviste impattate come Nature e Science ed altre biblioteche, in quanto tutti i danni dei vaccini sono facilmente reperibili a qualsiasi persona intenda informarsi !.
Ed ecco che allora produrre scienza, anche buona scienza, diventa un gioco dell'inutile, intanto gli informatori "scientifici" mostreranno solo studi a loro favorevoli, solitamente quelli sponsorizzati dalla casa produttrice, i mass media parleranno solo di questi, che mostrano una elevata efficacia e sicurezza dei farmaci e vaccini, mentre nessuno parla degli studi retrospettivi sui registri ospedalieri, che mostrano una realtà ben diversa.
Con l'avvento poi dei protocolli ufficiali, questo sistema ha gioco facile, dice al medico che deve curare secondo coscienza e conoscenza, ma poi lo si obbliga a seguire protocolli ufficiali redatti da chi....da Big Pharma...?
Questo è il vero problema, chi sono questi "esperti", spesso consulenti del Ministero ?
Basta vedere le linee guida sul colesterolo, che inneggiano le statine, nascondendo che c'è stato un imbroglio statistico nello studio clinico che le ha consacrate, che ci sono tonnellate di evidenze che mostrano la pericolosità di abbassare il colesterolo da valori di 230 -240, evidenze che un vero esperto del settore non può non conoscere.

I vaccini quindi causano, in tutti i soggetti piu' o meno intensamente, oltre a slatentizzare come asserito, problemi latenti, che pero' senza il vaccino si sarebbero risolti o non avrebbero causato nulla fino alla vecchiaia....
Queste infiammazioni scatenate dai vaccini (oltre a creare malattie autoimmuni) rimangono tali per anni, dopo i vaccini, nei vaccinati ed a quel punto si chiamano
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf infiammazioni croniche che sono foriere di malattie anche invalidanti, senza contare le intossicazioni dei metalli pesanti, nanoparticelle, che destabilizzano il metabolismo cellulare...e che i medici poco informati od in mala fede, mettono da parte e non considerano...
.... oltre a tutto ci si deve ricordare che in gravidanza vi possono essere dei processi infiammatori riparatori.. ma sono infiammazioni tali da non ammalare la mamma, salvo in rarissimi, rarissimi casi..., che purtroppo i vaccini fanno aumentare e protrarre nel tempo nella madre,  se ella si rivaccina, ma quello che e' gravissimo e' che la vitamina K1 ed i  vaccini scatenano nel nascituro questi processi infiammatori deleteri che il poveretto si portera' avanti a fasi alterne, per tutta la vita.
Le case farmaceutiche lo sanno benissimo ed e' per questo motivo che spingono l'obbligo vaccinale, per avere malati cronici consumatori di farmaci per tutta la vita....

Esempio:
Dalla flora intestinale nuovi elementi per comprendere l’autismo
Attraverso sofisticate tecniche di metagenomica e bioinformatica, ricercatori Cnr e dell’Università di Firenze hanno approfondito lo studio dell’insieme di microorganismi intestinali di soggetti affetti da autismo.
La ricerca, pubblicata su ‘Microbiome’, potrà porre le basi di un intervento dietetico al fine di migliorare la qualità della vita delle persone malate riducendo i problemi intestinali comuni a molti pazienti
Possono fattori ambientali incidere sullo sviluppo dell’autismo? Il tema, da tempo oggetto di ricerche della comunità scientifica di tutto il mondo, è al centro di uno studio pubblicato sulla rivista ‘Microbiome’, firmato congiuntamente da Cnr, Università degli studi di Firenze, Fondazione ‘Edmund Mach’ di Trento e Azienda Ospedaliera Universitaria Senese.
La ricerca, coordinata da Carlotta De Filippo dell’Istituto di biologia e biotecnologia agraria (Ibba-Cnr), ha preso in esame la composizione del microbiota intestinale di soggetti adulti affetti da autismo, cioè l’insieme di microrganismi che ‘vivono’ nell’intestino umano. E’ noto, infatti, che sostanze presenti nella flora intestinale sono in grado di ‘passare’ la barriera intestinale e produrre effetti sul sistema nervoso.
“Abbiamo analizzato la composizione del microbiota in soggetti che soffrivano di disturbi gastrointestinali, un disagio molto frequente tra le persone affette da autismo. L’obiettivo era caratterizzare i microrganismi presenti, verificare se vi fossero delle diversità rispetto a soggetti sani, individuare eventuali marcatori. Questo tipo di studio analitico è fondamentale per capire se il microbiota intestinale ha un ruolo nello sviluppo della malattia e, in ultima analisi, comprendere l’influenza di fattori ambientali o alimentari”, spiega la ricercatrice.
Lo studio ha utilizzato sofisticate tecniche di metagenomica e bioinformatica per caratterizzare le centinaia di batteri e –per la prima volta- anche di funghi presenti nell’intestino (questi ultimi rappresentano circa l’1-2% del microbiota intestinale). I risultati forniscono un set di marcatori preziosi per valutare e guidare studi di intervento sulla dieta, che è alla base della composizione del microbiota.
“Nei soggetti presi in esame, il profilo di cinque generi microbici e uno fungino, inclusi i coliformi, Clostridium e Candida, appaiono aumentati al crescere della gravità dei sintomi. Abbiamo inoltre riscontrato la presenza di Escherichia coli, un batterio rivelatore di stati infiammatori”, prosegue la ricercatrice. “Sebbene non siamo ancora arrivati a definire un ‘profilo’ di microbiota comune per l’autismo, queste informazioni sono preziose: nell’immediato consentiranno di individuare misure di intervento sull’alimentazione, integrando probiotici e prebiotici, tali da ridurre la sintomatologia gastrointestinale, spesso invalidante. In prospettiva, poi, ci aiuteranno a comprendere la relazione tra regime alimentare e malattia, permettendo di migliorare la qualità della vita dei pazienti”.

Patologie autoimmuni: i vaccini le innescano
- 06/2014
La ricerca è difficile da ignorare, i vaccini possono scatenare autoimmunità con una lunga lista di patologie

http://autoimmunityreactions.org/2016/06/14/patologie-autoimmuni-i-vaccini-le-innescano/

Danni immunitari con i vaccini: in questa ricerca vi e' la dimostrazione ed evidenza di autoimmunità indotta dal vaccino e autoimmunità indotta anche dagli adiuvanti
- https://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/26275795
Questi meccanismi sono condivisi da diverse condizioni innescate da coadiuvanti portano alla sindrome autoimmune / infiammatoria indotta da adiuvanti (sindrome Asia).
Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini
!
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....


Ricerca medica sul collegamento fra Vaccini e malattie autoimmuni !
http://info.cmsri.org/the-driven-researcher-blog/first-medical-textbook-devoted-to-research-linking-vaccines-to-autoimmunity

Vaccini: Adiuvanti in Alluminio = disordini Biologicineurologici, immunitari, autismo
, ecc.
https://autismovaccini.org/adiuvanti-in-alluminio-e-disordini-neurologici/  
Medico Giapponese DIMOSTRA il legame fra Vaccini (specialmente quello per il cosiddetto "cancro all'utero" = Gardasil-Cervarix) e la  Stanchezza cronica

INFIAMMAZIONE causata dai Vaccini - studio sul meccanismo infiammatorio che inducono nei corpi viventi

Troppe infezioni infantili "invecchiano" i globuli bianchi - 26/01/2017
Un numero elevato di infezioni nella prima infanzia, soprattutto fra i 6 e i 12 mesi, (NdR: l'eta' nelle quali si vaccina di piu') sembra influire negativamente sui telomeri dei globuli bianchi, che si accorciano via via che la cellula invecchia.
La lunghezza del periodo di allattamento non influisce invece sulla velocità di invecchiamento di quelle cellule immunitarie
I globuli bianchi di chi ha contratto molte infezioni nella prima infanzia mostrano segni di un precoce invecchiamento, - almeno tre anni - rispetto a quelli dei coetanei con un'infanzia più sana. Queste persone potrebbero quindi avere maggiori problemi di salute in età avanzata.
A scoprirlo è stato un gruppo di ricercatori dell'University of Washington a Seattle, della Northwestern University a Evanston, in Illinois, e dell'Università di San Carlos, a Cebu, nelle Filippine, che firmano un articolo sull' “American Journal of Human Biology”.
- Dan T.A. Eisenberg e colleghi hanno infatti scoperto che ripetute infezioni infantili, soprattutto se avvenute fra  i 6 e i 12 mesi, influiscono negativamente sulla lunghezza dei telomeri dei globuli bianchi.


Vaccini: Adiuvanti in Alluminio = disordini Biologicineurologici, immunitari, autismo
, ecc.
https://autismovaccini.org/adiuvanti-in-alluminio-e-disordini-neurologici/  +
Bibliografia su Autismo dai vaccini

Un neurochirurgo descrive i danni neurologici dei Vaccini:
-
https://www.facebook.com/vaccinibasta/posts/1101566029922074?notif_t=like&notif_id=1473664982013714

Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full


Il MITO delle vaccinazioni vacilla, ma è ben lungi per ora, dal crollare
.

L’Immunità di gregge, è la supposta carta vincente per la difesa della vaccinazione in TV, Internet, riviste mediche e giornali, sul motivo per cui dovremmo essere vaccinati più e più volte per tutta la vita, con un numero sempre crescente di vaccini e cio' per ogni malattia.
Lo sbandierato a 360° "supposto successo delle vaccinazioni" è basato fondamentalmente su "teorie" che si danno per scontate, senza controllarle. Quando si entra nei particolari si evince e si dimostra invece che il tasso di incidenza e di morte di molte malattie infettive, è diminuito radicalmente nel e dal momento in cui si registrava un miglioramento delle condizioni, igienico-sanitarie, abitative, alimentari e delle procedure di isolamento,
Pero' siccome nello stesso periodo sono stati introdotti i vaccini, la medicina ufficiale ha dato per scontato che la sola vaccinazione sia stata interamente responsabile della scomparsa di queste "malattie" e per far quadrare questa teoria fasulla, ha cambiato nome alle malattie.....QUI in queste pagine ve ne daremo la dimostrazione !

IMPORTANTE:
PROPOSTA di LEGGE per  STUDIO negli  USA sullo STATO di SALUTE FRA BAMBINI VACCINATI e NON VACCINATI (di nessun vaccino)
Il DISEGNO di LEGGE n° 3069 a FIRMA della DEPUTATA MALONEY NON E' STATO APPROVATO per cui  E' RIMASTO sulla CARTA.... e NEPPURE DISCUSSO dal CONGRESSO....a dimostrazione che NON si vuole fare vere ricerche sui gravi DANNI dei VACCINI......Big Pharma ringrazia...

Uno studio in inglese dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/?s=Studies+Prove+Without+Doubt+That+Unvaccinated+Children+Are+Far+H
I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

Bambini vaccinati e non: RITIRATO lo studio che li mette a confronto ! - 04/01/2017
By Vicki Batts - Traduzione a cura di: Emanuela Lorenzi - Fonte: naturalnews.com
Ritirato lo studio che esaminava le differenze nello stato di salute fra bambini vaccinati e non vaccinati
La censura della scienza non è un fatto nuovo.
In Canada, ad esempio, hanno suscitato molte perplessità i vincoli governativi sempre più stringenti che impedivano agli scienziati di rendere note al pubblico le loro scoperte. La censura, nel suo complesso, è un problema costantemente sottostimato nella nostra società. L'elezione di Donald Trump ha certamente mostrato il fatto che i media mainstream riportano solo le narrazioni che vogliono farci vedere.

Nell'ultimo caso di censura scientifica, un articolo di una rivista scientifica è stato “rimosso,” ma solo dopo che i sostenitori dei vaccini hanno dichiarato che doveva essere eliminato. Lo studio, vedete, esaminava le differenze nello stato di salute fra bambini vaccinati e non vaccinati. I risultati indicavano che "i bambini vaccinati mostravano significativamente meno probabilità di ricevere diagnosi di varicella e pertosse rispetto ai non vaccinati, ma significativamente più probabilità di ammalarsi di polmonite, otite media, allergie e patologie del neurosviluppo - NDDs (definite come disturbo dello spettro autistico, sindrome da deficit di attenzione e iperattività, e/o  disturbo dell'apprendimento).”

Dalle segnalazioni delle madri, i ricercatori hanno scoperto che i bambini vaccinati erano più soggetti ad allergie e patologie del neurosviluppo (NDDs). Il team ha notato che anche dopo aver tenuto conto di altri fattori, la vaccinazione restava associata in modo rilevante alla presenza di patologie a carico del neurosviluppo, con una probabilità di ricevere una diagnosi di questo tipo quasi tre volte superiore rispetto al controllo. La combinazione di nascita pretermine e vaccinazione produceva un rischio persino maggiore di NDDs, aumentandone le possibilità di oltre sei volte. 

Nell'abstract, i ricercatori hanno scritto come conclusione: “In questo studio basato sui report delle madri, i vaccinati hanno avuto un tasso superiore di allergie e di patologie del neurosviluppo rispetto ai non vaccinati.
La vaccinazione, ma non la nascita pretermine, è rimasta associata in modo significativo a questo tipo di malattie dopo aver tenuto conto di altri fattori. Tuttavia, la nascita pretermine combinata con la vaccinazione  era associata ad un aumento apparentemente sinergico nello sviluppo di NDDs. Sono necessarie ulteriori ricerche che coinvolgano campioni più ampi e indipendenti per verificare e comprendere queste scoperte inattese ed ottimizzare l'impatto dei vaccini sulla salute dei bambini.”

Baxter Dmitry di Investment Watch Blog sottolinea che questo studio è stato  “rimosso” dalla rivista Frontiers In Public Health. Normalmente, è ancora possibile vedere la copia cache nell'archivio di internet. Ma Baxter afferma che anche quella è stata cancellata, dichiarando “anche la copia cache disponibile nell'archivio di internet è stata rimossa, il che denota l'esistenza di una vera e propria campagna per evitare che il pubblico venga a conoscenza di questo studio.”
Fortunatamente, è stato salvato uno screenshot dello studio prima che il tutto scomparisse per sempre da internet.

Prima di essere rimosso da internet, lo studio è stato sottoposto ad una enorme quantità controlli; a quanto pare in questo caso l'uso di sondaggi, che vengono ampiamente utilizzati per la raccolta dati - sarebbe in qualche modo viziato dal "biais" (forma di distorsione della valutazione causata dal pregiudizio, N.d.T.). Fra i più suggestivi commenti pubblici, “Questo studio è caratterizzato da carente progettazione, benché i risultati non  siano impossibili.  Esso si basa sui report spontanei delle madri, inducendo al biais,” e “Ecco un altro studio spazzatura sulla rivista Frontiers. Scienziati, smettetela di recensire/pubblicare qui.”
Non è certo la prima volta che uno studio che mostri i potenziali effetti nocivi dei vaccini viene ritirato da internet.
A febbraio, la rivista Vaccine rimosse temporaneamente, e poi alla fine ritirò, uno studio che associava il vaccino contro il papillomavirus (HPV) a disturbi comportamentali nei topi.  
Pubblicare ricerche che contengono informazioni in conflitto con le narrazioni mainstream continua a mostrarsi un modo veloce e facile per trovarsi sulla lista nera della censura da parte dei media tradizionali.
Questo fatto sottolinea ancora una volta l’importanza della ricerca indipendente e dei media alternativi.

Fonti:
http://www.activistpost.com/2016/12/vaccinated-versus-unvaccinated-children-2016-health-study-pulled-from-publication.html
http://www.naturalblaze.com/2016/12/notable-study-on-vaccinated-vs-unvaccinated-children-pulled-from-web.html
http://www.universityworldnews.com/article.php?story=20130625133943361
https://vaccineimpact.com/2016/retracted-paper-linking-hpv-vaccine-to-behavioral-issues-republished/


Da non perdere video di bambini vaccino-danneggiati che hanno ancora la capacità di amore Il negazionismo dei danni da Vaccino (VID) è una problematica  psicologica che ha infestato le menti di medici, scienziati e giornalisti. Fanno finta che milioni di bambini in tutto il mondo, danneggiati da vaccino, semplicemente non esistono, e sperano che quei bambini potranno  solo andare via e stop, ma ricordano a tutti la verità. Unisciti a noi nel lavoro per fermare il predatorio danneggiamento da vaccino  di bambini e per ripristinare la base della dignità umana a tutti gli esseri coscienti che meritano di vivere una vita senza danni da vaccino.
Clicca qui per l'articolo e il video.
http://www.naturalnews.com/2017-03-30-vaccine-injury-denialism-is-the-denial-of-human-dignity.html  P.S. Non perdetevi la mia lezione 40minuti "Cervello antiproiettile" che ti dice come proteggere il tuo cervello da alluminio e mercurio dei vaccini.
Clicca qui per il link per la lezione di cervello antiproiettile:
http://www.naturalnews.com/2017-03-30-bulletproof-brain-health-ranger-lecture-reveals-secrets-protect-your-brain-from-aluminum-and-mercury-in-mandatory-vaccines.html 

I vaccini non servono alla salute dei bambini, ma esclusivamente ad alimentare i profitti delle multinazionali farmaceutiche
.
Un’altra prova di questo genocidio silenzioso, coperto da gran parte della classe medica italiota ? Ecco il caso di una sperimentazione ignota all’opinione pubblica, realizzata usando bimbi in piena salute come cavie. Non ci credete ?
Allora correva l’anno 2006 e regnava il secondo governo di Romano Prodi nel corso della quindicesima legislatura.
Vice presidenti del consiglio dei ministri erano il guerrafondaio Massimo D’Alema ed il voltagabbana Francesco Rutelli. Ministro della salute era a quel tempo Livia Turco. C’è un atto parlamentare che inchioda le massime autorità. Ora vediamo se a qualcuno torna la memoria perché la vicenda è stata insabbiata dalle istituzioni di controllo, si fa per dire. Certe cose il potere politico – condizionato da quello economico (alla voce corruzione) – non ci tiene a farle sapere in giro.

Dopo la vivisezione sugli animali da almeno un lustro queste bestie senza scrupoli testano i pargoli. Interrogazione imbarazzante – L’atto della senatrice Sandra Monacelli – datato 23 novembre 2006 – reca il numero 4/000924. «Al Ministro della salute – Risultando all’interrogante che: la società farmaceutica Charles River con sede in Milano, via G.B. Pirelli n. 20, per conto della Wyeth Lederle S.p.A., ha fatto richiesta di sperimentazione clinica con vaccino “Pneumococcico coniugato 13-valente” in bambini sani, presso la ASL RM E di Roma; detta sperimentazione è indirizzata ad immunizzare i bambini contro il batterio dello streptococcus pneumoniae ma tale patologia, in Italia, non comporterebbe gravi possibilità di contagio epidemico e patologie particolarmente gravi o definitive; il farmaco in sperimentazione è composto da un vaccino esavalente, già sperimentato, al quale sono stati aggiunti altri tipi di streptococcus, fino ad arrivare a tredici.
Alcuni di questi 13 ceppi risulterebbero praticamente inesistenti in Italia, pertanto ciò comporterebbe un’inutile aggressione al sistema immunitario dei bambini sottoposti a tale sperimentazione dal servizio vaccinazioni della ASL RM E; il consenso informato proposto dalla società farmaceutica Charles River e distribuito ai genitori dei bambini partecipanti alla sperimentazione afferma: “Non c’è garanzia che risposte saranno registrate con questo vaccino 13-valente o se eventuali risposte mostrate daranno protezione.Questo vaccino sperimentale potrebbe non proteggere suo figlio da infezione da Streptoccoccus pneumoniae.
Questo vaccino sperimentale potrebbe non essere d’aiuto per suo figlio, ma altri potrebbero beneficiare delle informazioni ottenute da detto studio”.

Tuttavia, nonostante tali gravi perplessità, e la rigorosa normativa in merito, il Comitato etico della ASL RM E ha deliberato di esprimere parere favorevole alla sperimentazione, si chiede di sapere: se il Ministro in indirizzo non ritenga opportuno promuovere iniziative volte a verificare se nel caso sopra descritto l’autorizzazione alla sperimentazione sia stata emanata secondo i rigidi criteri dell’attuale regolamentazione concernente i Comitati etici; se non ritenga opportuno sottoporre la stessa autorizzazione al Comitato etico nazionale». Risposta governativa – Senza coscienza e senza pietà.

Il sottosegretario alla Salute Antonio Gaglione azzarda una ridicola spiegazione il 28 giugno 2007, completa di una confessione di omissione di atti d’ufficio. Infatti: «Con riferimento a quanto segnalato nell’atto parlamentare, si precisa che non sono pervenuti da parte dell’ASL RM E gli elementi informativi richiesti al riguardo da questo Ministero.
L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha precisato che, in accordo alla normativa vigente in materia (decreto legislativo 24 giugno 2003, n. 211, attuativo della Direttiva 2001/20/CE relativa all’applicazione della buona pratica clinica nell’esecuzione delle sperimentazioni cliniche di medicinali per uso clinico), lo studio clinico denominato «protocollo 6096A1 – Studio di Fase IlI, randomizzato, con controllo attivo, in doppio cieco per valutare la sicurezza, la tollerabilità e l’immunogenicità del vaccino coniugato 13-valente antipneumococcico, somministrato a bambini sani nel corso della tabella di vaccinazioni pediatriche previste in Italia» – Codice EudraCT 2005-004771-38 – è stato sottoposto dall’azienda farmaceutica promotore Wyeth Iederle S.p.A. (tramite la Charles River) a 12 centri clinici in Italia.

Si segnala che il Comitato Etico del Centro coordinatore (Ospedale Maggiore di Milano) ha espresso al riguardo parere positivo nella seduta del 14 luglio 2006; gli altri Comitati Etici coinvolti, tra cui quello della ASL RM E, hanno espresso in piena autonomia la loro accettazione o il loro rifiuto alla partecipazione a tale studio. Va sottolineato che, prima della formulazione del rispettivo parere, i Comitati Etici verificano la specifica documentazione (tra cui il protocollo, il certificato di assicurazione, il foglio informativo per i pazienti, il consenso informato ecc.), e solo successivamente alla valutazione di questi parametri è possibile per i Comitati esprimersi in merito ai potenziali rischi e ai benefici di una sperimentazione clinica.

Nel caso in esame, peraltro, il Comitato Etico della ASL RM E ha evidenziato, a tutela della salute dei bambini, le seguenti raccomandazioni per il medico sperimentatore:
1) le dosi dei vaccini non debbono essere somministrate in concomitanza con altri vaccini di routine, al fine di evitare possibili interazioni;
2) non debbono essere arruolati soggetti nati prematuri o che hanno manifestato episodi convulsivi, per evitare il possibile manifestarsi di episodi di apnea;
3) deve essere spiegato ai genitori (o rappresentanti legali) del bambino il significato del termine «apnea», al quale si fa cenno nel foglio informativo, e debbono essere fornite precise indicazioni sui comportamenti da tenere, qualora si verifichi tale episodio».

La magistratura batta un colpo subito, insomma dia un segnale concreto di legalità, a partire dalle attività dei responsabili dell’Aifa e del ministero della Salute. Perché a quanto pare i controllori e i garanti della salute collettiva, in particolare degli esseri appena venuti al mondo, sono ancora una volta fuori controllo.
Ma la civiltà di un popolo non si misura dal grado di attenzione e di rispetto per i bambini ?

INTERROGAZIONE PARLAMENTARE – Vaccini sperimentazioni bambini
http://img843.imageshack.us/img843/7329/vaccinisperimentazionib.pdf
By  Gianni Lannes - Tratto da: sulatestagiannilannes.blogspot.com
 

 


Pandas, malattia reale bambini, ma poco conosciuta (disturbo infantile in crescita) - 26 Giu. 2012
Malattia autoimmune con sintomi ossessivi in eta' prepuberale, tic, frequenza urinaria, difficolta' ad addormentarsi, oltre ad una serie di altri segnali psicologici: e' la Pandas (Pediatric Autoimmune Neuropsychioatric DisordersAssociated with Streptococcal Infection), malattia infettiva che colpisce i bambini e che e' stata scoperta da poco.
Nel 1997 fu la ricercatrice americana Swedo a mettere in correlazione le due condizioni. Pandas, colpirebbe un adolescente su cinque che ha sintomi ossessivi, ma ancora molti pediatri ne mettono in dubbio l'esistenza. Uno dei centri di eccellenza e' a Roma, presso l'Universita' della Sapienza, nella Child Neurology (la neurologia pediatrica).
Alberto Spalice e' uno di quelli che meglio conosce questa patologia: ''Tra poco dovremmo avere il riconoscimento definitivo di questa patologia - dice - la cui diagnosi rimane prevalentemente clinica, anche se sono utili alcuni esami del sangue come la Ves, il Tas, tampone faringeo, etc.''.
Spalice parla dell'esordio della patologia, ''che e' spesso acuto, da un giorno all'altro, ma che puo' esordire con sintomi ossessivi che spesso non provocano grande sofferenza soggettiva: gli indicatori rimangono clinici poiche' anche l'esame negativo delle analisi del sangue non significa nulla ai fini della diagnosi''.
''Il disturbo - prosegue il medico della Sapienza - arriva dopo un'infezione da streptococco che puo' essere anche una semplice faringite''. E spiega che ''in letteratura ci sono anche casi, seppure rari , di giovani adulti a cui e' stato diagnosticato il disturbo.
La terapia una volta individuata la Pandas e' a base di antibiotici, cortisonici e ed immunoglobuline con una buona probabilita' di guarigione. Il problema - conclude Spalice - e' che e' necessario diffondere la conoscenza di questa condizione tra i pediatri di base, i medici di famiglia, perche rimane un disturbo la cui conoscenza, nonostante siano nate associazioni di familiari di pazienti, e' ancora scarsissima''.

Commento NdR. quello che non capiscono o fanno finta di non capire....e' che SOLO i bambini Vaccinati si ammalano anche e non solo di questa "malattia"....
Quelli NON vaccinati non si ammalano !

IMPORTANTE SEGNALAZIONE - Analisi della Vitamina K1 (sintetica)
L'iniezione della Vitamina K1 (s'intende una serie di composti che derivano dal 2-metil-1,4-naftochinone, la K1 e' chiamata anche fillochinone), ai neonati in  Italia ed in altre nazioni del mondo, viene fatta a tutti bambini appena nascono ma di nascosto o con genitori "consenzienti", senza pero' aver fatto leggere loro il bugiardino del farmaco.
Non hanno bisogno del vostro consenso, l'iniezione è inclusa nelle pratiche mediche che effettuano nella  sezione dove voi dichiarate di lasciare in cura il vostro bambino, al reparto nursering, per esser lavato, medicato ecc.
Per le sostanze che contiene questa iniezione (alluminio, vedi foto, sostanze che passano facilmente nel cervello del piccolo e che ecciteranno od altereranno i neuroni fin da subito, e poi nel tempo potrebbero generare problemi ....tipo intossicazione del fegato, infatti questa iniezione puo' portare, a stress ossidoriduttivo con diminuzione dei livelli di emissione di glutatione, da parte delle cellule, anche epatiche, perche', nel neonato specialmente, e' stato intossicato da quelle SOSTANZE con l'iniezione di VitaminaK1, e puo' produrre anche e non  solo emolisi), queste sostanze iniettate (vitaminaK1...) sono state sempre  e preventivamente irradiate da Cobalto 60...., quindi ogni genitore avrebbe, secondo i "diritti umani", di denunciare il Ministero della Salute Italiano per complicità premeditata in crimine organizzato !!
Segue alle volte, sempre all'insaputa dei genitori e senza scriverlo sulla cartella clinica, anche la vaccinazione per l'epatite A o B, con vaccino irradiato dal Cobalto 60, tutte sostanze in grado di scatenare anche e non solo malattie autoimmunitarie, sordità, cecità, patologie neurologiche, AIDS, epatite B, epatite C, Cancro, Autismo precoce, ecc.
A due giorni dalla nascita spuntano fuori varie associazioni che vi fanno firmare la vendita del DNA del vostro figlio a Terzi (case farmaceutiche) mediante il prelievo del sangue dal tallone, per la cosiddetta prevenzione delle malattie metaboliche !
Insomma appena nasci ATTENTANO alla tua salute !

La Vitamina K1 negli USA, è stata definitivamente introdotta nei reparti di maternita' nel 1961 in quanto le emorragie erano tante perché facevano circoncisione prima dell'8" giorno di vita, cioe' nel tempo in cui i valori sanguigni del bimbo si stabilizzano. In Italia non so da quando, ma credo poco dopo perché siamo una loro colonia....
La maggior parte dei neonati nella prima settimana di vita sviluppa un certo grado di ittero, che è una colorazione giallastra della pelle. L’ittero è generalmente una condizione benigna. non riesco a trovate statistiche, ma solo dati che affermano che la maggior parte quindi suppongo un 80-90% dei neonati.... siccome il 99,9% dei neonati viene trattato dalla iniezione ed oggi viene fatta in vena....non piu' in muscolo, del Konakion....e' facile capire da dove viene l'ittero nei neonati !
praticamente gli fanno fare una epatite = infiammazione del fegato che gli puo' durare negli anni....
le tossine della Vitamina K1, gliele inoculano alla nascita per far sviluppare malattie...che poi vengono ancora di piu' alimentate ed aggravate con i vaccini !
Tutto programmato da Big Pharma e filiera fin dentro gli ospedali con infermiere e medici ignoranti od in malafede !


A parte il discorso alluminio, vedi foto e porcherie varie dentro l'iniezione della VitaminaK1 (Sostanze che contiene questa iniezione), a fronte di una azione "tendenzialmente razionale" nel dare/iniettare e/o somministrare la vitamina K1, per "evitare emorragie cerebrali fatali", sarebbe più indicato somministrare la vitamina K2 (non aditivata con sostanze tossiche come la K1 e preparate su colture batteriche), se si considera che poi l'integrazione del neonato puo' continuare anche con vitamina D....perchè la vitamina K2 aiuta a fare si che la vitamina D3 venga assorbita e vada veramente dove deve andare, cioè nelle ossa e non nelle arterie.
Quindi a pensare bene la vitamina K1 viene data per salvare dalle emorragie, a pensar male viene data, sapendo poi dei Vaccini fatti dopo poco tempo (3 mesi), per aumentare ancora di più l'effetto di microischemia cerebrale che un vaccino puo' causare in un neonato con barriera ematoencefalica ancora immatura (l'ittero neonatale infatti è pericoloso e viene curato proprio perchè la bilirubina potrebbe finire nel cervello e creare danni !).... Questa e' solo biochimica spicciola e patologia generale...
Precisazione necessaria:
le reazioni in questo caso all'alluminio (presente in VitaminaK1 e Vaccini) dipendono anche da dove arriva, cioe' va, la sostanza tossica, se nei tessuti o fin nella cellula ed a seconda del luogo (organo), variano le tipologie di reattivita' alle sostanze tossiche ed al metalli tossici, senza contare le reattivita' immunitarie del soggetto che sono SEMPRE individuali e non hanno collegamento solo con la quantita'...ma anche e soprattutto con il riconoscimento della vibrazione, cioe' con la frequenza di battimento atomico delle molecole della sostanza inoculata, che la mente/cervello detetta, rivela ed individua in realtime, attivando le opportune e necessarie reazioni di eliminazione che possono essere anche abnormi.... e se non ce la fa, ad eliminarle per le vie naturali emuntorie....sono guai...perche esse vengono facilmente trasportate anche dai macrofagi, specie nel cervello per mezzo della via linfatica) e/o incistata dalla melanina in sospensione nei liquidi corporei e depositata nei tessuti grassi (anche il cervello in particolare).... sostanza che si puo' rendere di nuovo disponibile in certi stati febbrili.....generando gravi problemi, anche neurologici.
Lo stesso meccanismo vale anche per TUTTI i Vaccini e le loro sostanze nocive !

Ricordo a tutti che il farmaco Vitamina K1 chiamato Konakion e' commercializzato da Roche spa, in Italia e nei bugiardini, difficili da reperire in Italia, NON si fa cenno all'alluminio....forse perche' l'alluminio contenuto e' sotto i limiti di Legge...ma nelle indicazioni dell' Ag. Farmaco del governo, si legge:
Avvertenze e precauzioni
Si rivolga al medico, al farmacista o all’infermiere prima di prendere/ di somministrare al bambino o prima che le venga somministrato Konakion.
In particolare informi il medico: - se lei/il bambino soffre di una grave malattia del fegato.
Pertanto il medico sottoporrà lei/il bambino ad esami del sangue per monitorarne la fluidità.
Bambini Non somministri Konakion a bambini di età inferiore ad 1 anno.
Tratto da:
https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/aifa/servlet/PdfDownloadServlet?pdfFileName=footer_000108_008776_FI.pdf&retry=0&sys=m0b1l3 

...e' per questo motivo che viene facilmente l'itterizia ai bambini appena nati.... per l'intossicazione del fegato, che questi criminali fanno alla nascita, e quando la barriera ematoencefalica si sta ancora rafforzando ... !

 
 

Vitamina K (Konakion)
NOTA INFORMATIVA IMPORTANTE CONCORDATA CON L'AGENZIA ITALIANA DEL FARMACO (AIFA) - 26 giugno 2014
Modifica via di somministrazione da intramuscolare ad endovenosa - giugno 2014
Oggetto: Konakion 10mg/ml soluzione orale e iniettabile per uso endovenoso
Modifica via di somministrazione parenterale autorizzata da intramuscolare ad endovenosa
Gentile Dottoressa/Egregio Dottore, l'Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) in accordo con l'Azienda titolare AIC, Roche S.p.A, desidera comunicarLe le seguenti informazioni in materia di sicurezza relative all'uso di Konakion 10 mg/ml soluzione orale e iniettabile per uso endovenoso - fitomenadione (vitamina K1 sintetica).
Sintesi
- Durante il trattamento con Konakion sono stati segnalati casi in cui la somministrazione intramuscolare determinava un effetto di deposito ed un rilascio continuato di vitamina K1 che potevano causare difficoltà in fase di ripristino del trattamento anticoagulante oltre ad un possibile rischio di formazione di ematomi.
- Dopo attenta valutazione dei dati scientifici presenti in letteratura e di quelli di farmacovigilanza, si è ritenuto necessario, a tutela della sicurezza dei pazienti, modificare la via di somministrazione parenterale autorizzata da intramuscolare ad endovena.
- Gli operatori sanitari devono prestare attenzione alla nuova via di somministrazione del Konakion 10 mg/ml soluzione orale e iniettabile a seguito dell'aggiornamento delle informazioni sul prodotto (Riassunto delle Caratteristiche del Prodotto, Foglio Illustrativo ed etichette), di cui è riportato l'estratto per pronto riferimento in allegato.
Le modalità corrette di somministrazione del farmaco sono esclusivamente la via orale e la via endovenosa.
Altre informazioni di sicurezza
- Si specifica che la somministrazione endovena di Konakion 10mg/ml era già autorizzata prima dell'aggiornamento delle informazioni sul prodotto (utilizzo limitato in caso di pericolose emorragie da anticoagulanti di tipo dicumarolico) e che tale via di somministrazione era già utilizzata nella pratica clinica descritta in letteratura.
- L'eliminazione della via intramuscolare, che tutela il paziente da un possibile effetto deposito e dal rischio di formazione di ematomi nel sito d'iniezione, non comporta alcuna limitazione terapeutica del medicinale in quanto le indicazioni autorizzate vengono coperte anche dalla via orale.
 Indicazioni terapeutiche
Konakion 10 mg/ml soluzione orale e iniettabile per uso endovenoso è indicato:
In caso emorragie o pericolo di emorragie da grave "ipoprotrombinemia" (deficit dei fattori della coagulazione II, VII, IX e X) di diversa eziologia, incluso sovradosaggio di anticoagulanti di tipo cumarinico, della loro associazione con fenilbutazone ed altre forme di ipovitaminosi K (ad es. ittero da occlusione, affezioni epatiche ed intestinali, e dopo trattamenti prolungati con antibiotici, sulfamidici o salicilati).
Ulteriori informazioni
Tutte le informazioni relative alla prescrizione e agli eventi avversi di Konakion sono consultabili nelle informazioni sul prodotto attualmente autorizzate disponibili sulla Banca Dati Farmaci di AIFA (https://farmaci.agenziafarmaco.gov.it/bancadatifarmaci/).
Richiamo alla segnalazione
I medici e gli altri operatori sanitari sono tenuti a segnalare qualsiasi sospetta reazione avversa associata al medicinale KONAKION.
I medici e gli altri operatori sanitari devono, a norma di legge, trasmettere le segnalazioni di sospette reazioni avverse, tramite l'apposita scheda cartacea (reperibile sul sito http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/tipo_filecb84.pdf) o compilando online la scheda elettronica (http://www.agenziafarmaco.gov.it/sites/default/files/scheda_aifa_operatore_sanitario16.07.2012.doc) tempestivamente, al Responsabile di Farmacovigilanza della struttura sanitaria di appartenenza o, qualora operanti in strutture sanitarie private, tramite la Direzione sanitaria, al responsabile di farmacovigilanza della ASL competente per territorio.

Ulteriori informazioni
Qualora necessiti di ulteriori informazioni di natura medica sul prodotto, La preghiamo di fare riferimento al servizio di Medical Information di Roche S.p.A. al numero verde 800.31.21.55 o all'indirizzo e-mail: milano.romis@roche.com ....
...cioe' ci si affida al produttore....FOLLIA TOTALE !

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
vedi: la prova dello studio nel PDF

I bambini NON vaccinati sono più sani - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".
- vedi questo studio: Confronto fra vaccinati e NON vaccinati

E per dimostrare quanto asseriscono sono pronti a partecipare a un’indagine organizzata dall’Istituto superiore della sanità che confronti "nel modo più rigoroso" lo stato di salute dei piccoli completamente vaccinati con quella dei bimbi mai vaccinati.
Illustrano poi la loro dettagliata proposta articolata in quattordici punti. Spazia dalla richiesta di personalizzazione dei trattamenti ai tempi di somministrazione, dai compiti che il pediatra deve assolvere alla necessità di superare l’obbligo vaccinale.
"Se vogliamo servire la verità abbiamo solo una possibilità - concludono -: unirci tutti attorno ad un tavolo scientifico e discutere l’argomento con cuore aperto e libero da conflitti di interesse. Questo è il bene della Medicina, il resto è coercizione cieca e scontro frontale che prima o poi si rivelerà contro tutti noi".
Tratto da: quotidiano.net


Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....

Associazione temporale di alcuni disturbi NeuroPsichiatrici DOPO la vaccinazione di bambini e adolescenti:
Uno studio Pilota con  casi-controllo
http://journal.frontiersin.org/article/10.3389/fpsyt.2017.00003/full

REPORT - Rai3 - Il Vaccino dell'Obbligo, ecco i Danni gravi...

MOLTI VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF


Danni dei Farmaci e Vaccini, eminenti medici/ricercatori indipendenti lo confermano

Questo altro lungometraggio
, dal titolo “Prime Time” di Katie Hannon, è stato mandato in onda sulla TV irlandese, il mese di Ottobre 2011.
E’ una rivelazione particolareggiata e dettagliata di come i bambini abbandonati negli orfanotrofi siano stati utilizzati come “cavie umane” dalle aziende farmaceutiche per la sperimentazione di nuovi vaccini.
GUARDATELO, E’ SCONVOLGENTE !
http://www.rte.ie/news/av/2011/1006/primetime.html

Quale consulente di questo portale web, ho inviato questa mail alla Fnomceo.it, alla Corte Costituzionale Italiana ed altri enti a "tutela" della salute....si ma di quella dei fatturati di Big Pharma....

VACCINI TOSSICI
...intossicati per legge....il giorno della nascita vitamina K1, a 3 mesi 6 mesi, fino ai 12 anni...con i vaccini

Chi vaccina compie un atto CRIMINALE perché i tutti i Vaccini contengono tanti metalli tossici, ferro, nichel, cobalto, ed altri metalli sottoforma anche di nanoparticelle, ma ancora mercurio (thiomersal), tossina invalidante pur in dosi minori a prima, ma nei vaccini odierni vi e' soprattutto l' alluminio, che e' presente anche nella Vitamina K1 propinata alla nascita, che generano danni cerebrali come autismo ecc., oltre ad altre sostanze cancerogene come la formaldeide, proteine, es. caseina, (

La caseina rappresenta la principale causa di allergia alimentare. Questa forma di allergia è più frequente nei primi anni di vita, che e' periodo delle vaccinazioni infantili (pediatriche) e tende poi a ridursi con l'età anche se può talvolta portare anche a gravi forme di shock anafilattico ed è una forma di allergia difficile da controllare, poiché il latte o la caseina stessa, è presente in moltissimi alimenti e soprattutto nei Vaccini che vengono inoculati nella microcircolazione sanguigna attraverso i muscoli, bypassando le normali ma principali difese immunitarie: pelle e mucose.
Anche lo zucchero, il lattosio anch'esso puo' provocare disturbi anche seri, come la intolleranza al lattosio, una intolleranza alimentare che si trascina nell'età adulta.
Tutte queste sostanze tossiche vaccinali generano allergie, asma, malattie respiratorie e gastrointestinali, ecc...ed anche la morte nella culla (SIDS), non solo... ma anche le sostanze vaccinali ingegnerizzate in laboratorio (virus = sostanze geneticamente modificate = GM) per scopi occulti alla popolazione ed ai medici impreparati....clonazione di DNA umano....per generare degli automi...facilmente controllabili psichicamente....
Inoltre....
.... i vaccini sono propinati anche ai bambini per immunodeprimerli in modo da creare mantenere ed ampliare il mercato dei malati..
.. In piu' i vaccini sono irradiati dal Cobalto 60 e la radioattivita' ottenuta con l'irradiazione, viene immessa nei corpicini dei bambini...e può danneggiarli anche quando sono grandi od adulti...
... Insomma vaccinare un bambino e' un atto CRIMINALE gestito da uno "stato", sanita' collusa con le case farmaceutiche e con medici in malafede !
Di tutto cio' che affermiamo, abbiamo in mano tutte le prove, ricerche, studi pubblicati, scaricati anche dai data base medico-scientifici mondiali US !
Il contenuto di questo testo, e' la sintesi della QUERELA che stiamo presentando in tribunale (2017) contro i dirigenti della in-sanità italiana !

http://www.aifa.gov.it/content/italia-capofila-le-strategie-vaccinali-livello-mondiale#.WSMpRpWUAQc.facebook

La ministra della in-sanita' B. Lorenzin a cena/pranzo con federazione case farmaceutiche....

Denunciata la ministra B. Lorenzin (soggetto con diploma delle scuole superiori,...ma ben collegata con OMS finanziata da Big Pharma....)

I nuovi Vaccini sono propinati per ottenere la clonazione del DNA umano in modo da poter controllare sempre meglio psichicamente la popolazione....perche' diverranno automi....

Negli USA (2014) si stima che 1 bambino su 6 presenti difficoltà di apprendimento, 1 su 9 asma bronchiale, 1 su 10 ADHD
(sindrome da deficit di attenzione con iperattività), 1 su 88 comportamenti autistici, 1 su 450 diabete mellito insulino-dipendente.

 

Sentenza Corte Costituzionale 307/1990 - Leggi sui Vaccini
.....Ma si desume soprattutto che un trattamento sanitario può essere imposto solo nella previsione che esso non incida negativamente sullo stato di salute di colui che vi è assoggettato, salvo che per quelle sole conseguenze, che, per la loro temporaneità e scarsa entità, appaiano normali di ogni intervento sanitario, e pertanto tollerabili. Con riferimento, invece, all'ipotesi di ulteriore danno alla salute del soggetto sottoposto al trattamento obbligatorio - ivi compresa la malattia contratta per contagio causato da vaccinazione profilattica - il rilievo costituzionale della salute come interesse della collettività non è da solo sufficiente a giustificare la misura sanitaria. Tale rilievo esige che in nome di esso, e quindi della solidarietà verso gli altri, ciascuno possa essere obbligato, restando così legittimamente limitata la sua autodeterminazione, a un dato trattamento sanitario, anche se questo importi un rischio specifico, ma non postula il sacrificio della salute di ciascuno per la tutela della salute degli altri.


Analisi prevaccinali - Anticorpali
Non fateli tanto. non servono assolutamente a sapere se siete immuni o meno....! Sono tutte balle !
La teoria degli anticorpi e' una Balla spaziale.
Nessuno può sapere se e' immune da una malattia o meno, e neppure se e' immune ai danni dei vaccini, prima di farli.
Le variabili soggettive sono cosi infinite che non sono mai prevedibili con NESSUN ESAME !
E solo un mezzo per far spendere soldi al gregge IGNORANTE !
I vaccini sono tossine pericolose, che ammalano gli umani ed anche gli animali.
Non prevengono nulla, anzi immunodeprimono i vaccinati !

Ripeto ancora per vs informazione
Gli esami per la titolazione anticorpale sono una BUFALA che non serve a Nulla, solo a generare business x esami, ed a confondere le idee, siccome il 45 - 50% soggetti dopo un vaccino NON NE HA.
Inoltre
Chi dovrebbe pagare questi inutili esami, e' lo stato, che non li paga, quindi tocca voi pagare € 200 circa, per un test INUTILE e FUORVIANTE, perche' non vi certifica NESSUNA supposta immunita', ne' vi assicura che non avrete danni dai vaccini !
vedi:
http://www.liberascelta.eu/2017/09/24/scandalo-esami-anticorpali-i-bambini-vaccinati-non-risultano-protetti-segnalazioni-di-medici-e-genitori/
Come volevasi dimostrare, l'ho sempre detto che sono esami inutili, ma ci fa comodo utilizzare queste idee fasulle sbugiardare la cosiddetta e falsa immunizzazione dei vaccinati..... sempre seguendo le loro idee fasulle...ci fa comodo....


Negli USA (2014) si stima che 1 bambino su 6 presenti difficoltà di apprendimento, 1 su 9 asma bronchiale, 1 su 10 ADHD (sindrome da deficit di attenzione con iperattività), 1 su 88 comportamenti autistici, 1 su 450 diabete mellito insulino-dipendente - vedi: DANNI dei VACCINI

FINALMENTE.....la FDA conferma che i Vaccini possono produrre l' Autismo
http://www.getcancercure.com/fda-announce-that-dtap-vaccine-causes-autism/
 

SUD SUDAN - Giugno 2017
Quindici bambini che avevano meno di 5 anni sono morti in Sud Sudan a causa di una somministrazione sbagliata di vaccini per il morbillo. Lo ha annunciato il ministero della sanità spiegando che si è trattato di un "errore umano": i vaccini non erano stati ben conservati, è stata usata una siringa per tutti i bambini e tra chi somministrava i farmaci c'erano persino bambini di 12 anni.
Il governo del Sud Sudan ha creato una commissione per trovare i responsabili della morte dei bambini e capire se sarà possibile risarcire le famiglie. Sono 2 milioni i bambini in tutto il paese che sono sottoposti al programma di vaccinazioni contro il morbillo. L'Organizzazione mondiale della sanità ha organizzato dei corsi per gli operatori sanitari sud-sudanesi ed è l'Unicef a fornire i vaccini al governo. Fonte ANSA


Commento NdR
:
siccome debbono coprire i veri danni dei vaccini, raccontano che e' sempre un errore umano !
Vedi anche: https://m.facebook.com/story.php?story_fbid=1472245072828670&id=100001295757504

In GUINEA-BISSAU i BAMBINI TRATTATI con il TRIVALENTE RIVELANO una MORTALITÀ QUINTUPLA (5+) RISPETTO ai BIMBI NON VACCINATI
Un recente articolo pubblicato da ricercatori danesi dello Statens Serum Institut dimostra come nella Guinea-Bissau i bambini trattati con il vaccino trivalente contro difterite, tetano e pertosse cui era aggiunto il polio orale avevano una mortalità quintupla rispetto ai soggetti non vaccinati
LINK - http://www.ebiomedicine.com/article/S2352-3964(17)30046-4/fulltext


https://koenig2099.wordpress.com/2017/11/06/i-bambini-non-vaccinati-sembrano-essere-immuni-al-virus-misterioso-che-si-diffonde-attualmente-nel-midwest-statunitense/

Uno studio scientifico mostra che il vaccino quadrivalente per il papilloma virus può causare vasculopatia autoimmuni fatali
(ovvero mortali).

Lo studio realizzato dai due medici canadesi Lucija Tomljenovic e Cristopher A. Shaw si intitola "Morte dopo il vaccino contro il papilloma virus, c'è una relazione causale o è una coincidenza ? " e si può leggere (in inglese) al seguente link
http://sanevax.org/wp-content/uploads/2012/10/Tomljenovic-Shaw-Gardasil-Causal-Coincidental-2167-7689-S12-001.pdf.
Le conclusioni dell'articolo non sono per niente ambigue: il vaccino in questione può innescare una reazione autoimmune che può essere talora mortale.
Le conclusioni sono motivate dal fatto che molte delle reazioni avverse a tale vaccino finora registrate corrispondono a sintomi di vasculopatia cerebrale.
Studi come questo ovviamente mettono in un angolo tutti i ministeri della sanità che negano continuamente ogni correlazione tra le morti ed i vaccini.

VACCINI OMICIDIO di MASSA
 


10 Vaccini rovinano un soggetto adulto, pensate sui bambini piccoli !
 


Confronto fra Bambini Vaccinati, sempre malati e Bambini NON vaccinati, piu' sani

Video, registrato (telecamera nascosta) in una ASL italiana, una pediatra racconta la verita' sui Vaccini !
 

FUOCO di sant'ANTONIO = INFIAMMAZIONE Intestinale
La gastroenterite (malattie gastrointestinali) è una forte infiammazione intestinale ed è responsabile, dopo la puberta', di milioni di casi di diarrea o stitichezza o stipsi e molto altro ancora, ad esempio epatiti.

In Italia ogni anno 450.000 bambini (ne nascono 500.000 all'anno, nel 2016 = 480.000) vengono ammalati dai vaccini di queste malattie infiammatorie, che in eta' adulta possono, se non eliminate con la medicina naturale, ma mantenute latenti nell'organismo con i farmaci che medici impreparati propinano ai pazienti, riesplodere anche e non solo, nel fuoco di sant'Antonio, infatti in questo  "fuoco", si trovano gli stessi virus, come conseguenza, NON come causa, di quello del vaccino della varicella, ecc. !, cio' significa che nei vaccinati la cosa e' molto piu' frequente.

Quando la termica viscerale, scatenata dalle disbiosi, generate dai vaccini, farmaci, alimenti inadatti,  cioe' quella dell'apparato grastrointestinale, per le indotte alterazioni di pH digestivo, flora batterica, sistema enzimatico, aumenta anche di poco, - vedi:
Dottrina Termica - nasce l'infiammazione, ed essa DEVE essere eliminata dall'organismo ed il "fuoco di sant'antonio" e' una delle varie modalita' che la Natura ha inventato per eliminarla, facendola fuori uscire dalla pelle....naturalmente questo fuoco = infiammazione, crea dolore intenso nella fase di uscita.
Alle volte nella fase di eliminazione l'infiammazione invade dei centri nervosi sottocutanei e quindi produce dolori intensi e continui all'addome che in alcuni casi possono arrivare anche alle braccia.
Solitamente colpisce piu' facilmente chi ha contratto in precedenza la varicella e/o chi e' stato vaccinato anche per la varicella e e/o e' frutto di un intenso e continuo stress emotivo; questa infiammazione-infezione esordisce con dolore intenso, debolezza fisica, poi passa in certi soggetti a prurito ed intorpidimento, seguito da un'eruzione di vescicole su base eritematosa che si sviluppano lungo tutto il decorso della malattia.
Che cosa e' questa FORTE infiammazione (che i medici impreparati/allopati chiamano impropriamente Fuoco di s. Antonio) che infiamma Intestino, mesenterio, peritoneo, nervi relativi e viciniori e che si manifesta con forti dolori all'addome, di cui non si comprende l'origine e che inizia la parte virulenta con esantemi cutanei dolorosi, e quali ne sono le cause, che nei bambini quando e' in forma lieve, e' chiamato spesso rosolia, morbillo, meningite, epatite, orecchioni, ecc., ed alle volte si trasforma in vescicole per cui viene chiamato varicella o lieve/leggero vaiolo !

Quindi questo "fuoco" e' BENEFICO e va aiutato ad uscire con le varie tecniche della medicina naturale, che i medici impreparati della medicina allopatica NON conoscono, infatti tendono a bloccare l'infiammazione con dei farmaci che mantengono dentro l'infiammazione; cio' generera' nel tempo altri e piu' gravi danni, perche' l'infiammazione puo' spostarsi altrove e generare altri guai.
Coloro che vivono con il malato, e che lo toccano, magari solo per errore, nelle parti interessate, devono stare attenti a lavarsi bene le mani, per non assumere per via cutanea i liquidi tossici che il malato sta eliminando e che  
sono contenuti nelle vescicole in fase umida (primi giorni di malattia) e quindi occorre stare attenti per non venire a contatto con le lesioni, tenendo presente comunque che non tutti coloro che vengono a contatto con sostanze tossico-inquinanti o con batteri o virus eterologhi=estranei, si ammalano, perche' tutto dipende dalla qualita' immunitaria del loro terreno psico-biofisiologico, e quindi dalla matrice.
In genere questo tipo di infiammazione e relativa eliminazione, arriva una volta sola nella vita, se eliminata con la medicina naturale.

Per eliminare l'infiammazione si inizia con il cambiare alimentazione che DEVE necessariamente essere assolutamente CRUDISTA (vegetali, meglio verdure, insalate, crude ecc., e poca o niente frutta se non come centrifugati, oppure digiuno e centrifugati di verdura e frutta crude) + aglio  (compresse mattina e sera) + Equilibratore Ionico + clisteri giornalieri + cataplasmi freddi sul ventre giorno e notte (voce cataplasmi) + riposo a letto, magari con frizioni fredde ogni ora, senza passare sulla parte irritata, sulla quale puo' essere messo del bianco di uovo sbattuto (che si solidifica per l'alta temperatura) per piu' volte, oppure il cataplasma di argilla o fango freddo anche sulle parti ove compaiono le macchie.
Alle volte puo' comparire uno stato febbrile, buon segno perche vuol dire che state eliminando tutta la infiammazione.

Sindrome infiammatoria chiamata "Asia" scatenata dai vaccini !
ASIA_Sindrome infiammatoria-dai-vaccini-Riassunto.pdf
Tratto da:  http://www.assis.it/wp-content/uploads/2014/12/ASIARiassunto.pdf
... ed e' noto che... le infiammazioni sono foriere di qualsiasi tipo di sintomi, che i medici impreparati allopati chiamano erroneamente "malattie"....e se questa infiammazione raggiunge le meningi, si chiama meningite, se raggiunge la pelle, si chiama morbillo, e se raggiunge il cervello ed i neuroni si chiama autismo oppure SIDS...ecc. a seconda di dove va l'infiammazione la cosiddetta "malattia" cambia nome, ma e' sempre la stessa...i vari nomi servono per spaventare i popoli che ignorano i fatti, per farli vaccinare !
Neuroinfiammazione con i Vaccini (ASIA,Sjögren’s Syndrome: SS)

Importante e bello studio del prof. Katsunari Nishihara
In sostanza questo ricercatore mette in correlazione una cronica infezione da virus, batteri (qualsiasi, quindi anche vaccinali) e patogeni di varia natura anche di origine intestinale, che influirebbero negativamente sul sistema mitocondriale dei neuroni e provocherebbero psicosi e problemi sensopercettivi tipici anche e non solo dell'autismo.

ll CDC ha ammesso che tra 1955-1963 più di 98 milioni di americani hanno ricevuto una o più dosi di un vaccino per la poliomielite che è stato contaminato da un virus per il cancro chiamato virus Simian 40 (SV40).
http://www.vaccines.news/2015-09-23-cdc-admits-98-million-americans-were-given-cancer-virus-via-the-polio-shot.html


Il CDC ha messo l'articolo nel suo sito in basso nella pagina, insieme a Google, ma poi lo ha rapidamente tolto, ma il sito è stato memorizzato nella cache, che per fortuna e' stato salvato per simboleggiare questa grande ammissione ed oscuramento.
Ad ulteriore conferma questa ammissione incredibile, assistente professore di patologia alla Loyola University di Chicago Dr. Michele Carbone è stato in grado di verificare autonomamente la presenza del virus SV40 in campioni di tessuto e tessuto osseo dei pazienti che sono morti durante quel periodo. Ha scoperto che il 33% dei campioni con tumori ossei osteosarcoma, il 40% di altri tumori ossei, e il 60% dei tumori polmonari del mesotelioma tutto conteneva questo oscuro virus. Questo lascia la postulazione che verso l'alto di 10-30.000.000 soggetti che hanno effettivamente contratto e sono stati influenzati negativamente da questo virus, per essere portare a morire.
 

 


MOLTI
VACCINI sono IRRADIATI con COBALTO 60 (isotopo radioattivo del metallo Cobalto) e la perdita della Radioattivita' di cio' che e' stato irradiato si esaurisce fra i 5 ed i 7 anni....dall'irradiazione...
Il Cobalto 60 è un isotopo radioattivo e instabile del cobalto che decadendo emette radiazioni ionizzanti. I raggi gamma prodotti dalla sorgente di Co-60 penetrano il materiale e deviano gli elettroni dalla loro orbita. Per le applicazioni a scopo di sterilizzazione (come viene fatto per i vaccini), questo fenomeno ha un effetto disgregante sul DNA 
vedi: la prova dell'iradiazione, nello studio nel PDF
 

REPORT - Rai3 - Il Vaccino dell'Obbligo, ecco i Danni gravi...

Film/documentario di De Niro, (padre di un bambino autistico divenuto tale dopo la vaccinazione) che doveva essere presentato al pubblico, e' stato ritirato dalla visione !
Il FILM/ documentario titolato  “ Vaxxed: From Cover Up To Catastrophe”  che riporta lo scandalo in cui è stato coinvolto il Dott. Andrew Wakefield con l’accusa di aver pubblicato dati fraudolenti sulla relazione autismo/vaccini, uscirà in visione il 24 aprile 2016.
E’ possibile assistere alla prima al seguente indirizzo e dati:
Tribeca Film Festival, Prima mondiale - Domenica 24 aprile 2016 ore 14:00 - SVA Theater (SVA) - School of Visual Arts
333 West 23rd Street, tra 8 ° e 9th Avenue, New York, NY 10011

Tribeca ha ceduto alle pressioni esercitate dalle forze pro-vaccino,  per le quali non verrà mostrato e mandato in visione questo documentario. Andrew Wakefield ed il suo team rilasceranno presto una dichiarazione.
Nonostante lo stesso produttore lotti perchè ciò venga cambiato, un fatto è certo: Il Dr. Wakefield è un pericolo per l’industria farmaceutica e le multinazionali.
Dalla pagina facebook di Vaxxed: From Cover-Up to Catastrophe, si legge quanto segue: Sabato, 26 marzo 8:30 pm pst
“Ad oggi, riguardo al Tribeca film festival, c’è la decisione di insabbiare e censurare il suddetto documentario.
Le accuse contro questo film sono le stesse perpetrate da sempre nei confronti del Dr. Wakefield senza dare alcun diritto di replica.
Abbiamo appena assistito all’ennesimo esempio della potenza degli interessi corporativi volti a censurare la verità.
L’azione di Tribeca non finisce qui e faremo di tutto per portare il film alla visione.
Siamo grati per le migliaia di persone che si sono mobilitate, compresi medici, scienziati, educatori e la comunità dei genitori con bimbi autistici.
Avanti tutta, noi ci impegneremo affinchè la corruzione non vinca”.
http://www.jeffereyjaxen.com/blog/autism-some-discussions-are-more-equal-than-others-in-america 
http://www.autismfile.com/uncategorized/vaxxed-the-powerful-new-documentary-the-cdc-wishes-would-just-go-away 
Lo stesso, accadde per il documentario che fece mobilitare il CDC. Questo trattava i danni del Thimerosal riportando diverse testimonianze.
Insomma, la musica è sempre la stessa. Ci auguriamo che questa censura finisca.
Tratto da e continua in:  http://www.vacciniinforma.it/?p=253

L'attore  americano Robert De Niro, sta preparando e girando un secondo Documentario sulla corruzione esistente per i Vaccini fra politica e Big Pharma = Danni dei Vaccini
 

L'attore, Aidan Quinn parla di come sua figlia è diventata AUTISTICA dopo una vaccinazione, cosi COME altri figli di diversi attori americani.
L' attore IRISH americano Aidan Quinn ha parlato con  "Domenica indipendente", mentre era in missione in Co Cork per le riprese di The Eclipse, del celebre drammaturgo Conor McPherson.
Quinn ha discusso diversi temi nell'intervista, ma quello che spicca davvero di più è stato quello che ha detto  su sua figlia Ava Quinn, che  non  parla piu'  e soffre di autismo..:"Abbiamo avuto una bambina normale che stava camminando, parlando, facendo tutto nel modo più veloce di quello che avrebbe dovuto fare.
Poi, un giorno, dopo un vaccino MMR, ha avuto febbre 106° F e' diventata blu e mi sono svegliato il giorno dopo con le occhiaie e non sapevo chi fosse;  era  tutta scoordinata, con il braccio quasi sempre sollevato. Naturalmente i medici sono tutti concordi  dicendo: "Oh, questo è normale".
Dietro i vaccini ci sono enormi interessi politici e finanziari....per cui non si deve dire che i vaccini producono anche e non solo l'autismo !

 


"Noi medici siamo plagiati, fin dall'inizio, dagli insegnamenti universitari che ci vengono propinati da un manipolo di "professori"
 che
hanno il solo interesse di lasciarci nell'ignoranza sulla vera origine delle malattie. Alcuni di noi, alla fine, raggiungono la consapevolezza e mettono in moto delle grosse energie che provocano reazioni positive nel Tutto."
 By  Dott.
Giuseppe De Pace (medico ortopedico ospedaliero)

LOBOTOMIA con i Vaccini - Alex Jones di Infowars, uno dei più importanti siti web di media alternativi degli USA,
ha realizzato un video sulla minaccia di una nuova generazione di vaccini che mette in evidenza il manifesto della
Jane Burgermeister come una delle piu’ importanti notizie giornalistiche sulle vaccinazioni di massa
per generare una sottospecie di uomini robot…. 
vedi: http://ilsole24h.blogspot.com/2010/08/alex-jones-di-infowars-mostra-il.html
Sole Attivo: http://ilsole24h.blogspot.com/  +  Danni dei Vaccini
+ Esperimenti sui bambini africani
"Vaccine Nation" è un documentario che racconta l'incredibile storia di Alan Yurko e della sua famiglia.
"Il bambino vaccinato è un bambino contaminato" (By Kalmar)

Le numerose COMPLICAZIONI dovute alle vaccinazioni:
- Dai disturbi di lieve entità (allergici, neurologici ...) alla morte (SIDS)
- A breve termine o permanenti
- Con  insorgenza immediata, ritardata o tardiva
- Transitori o irreversibili
- Noti e sconosciuti
MINERALOGRAMMA (test per conoscere il livello ed il tipo di intossicazioni da minerali e metalli tossici anche dei Vaccini)

Sempre piu' malattie nei bambini (English): http://emedicine.medscape.com/pediatrics_development
Il nuovo "Aids infantile" si chiama HFMD, malattia delle mani, dei piedi e della bocca
Giochi sotterranei per nascondere i danni dei vaccini
ATTENZIONE ai VACCINI
Bimbi ZOMBI in Africa con i Vaccini
Diritti del Bambini Traditi - Carta dei Diritti nelle strutture sanitarie ed a domicilio
Bioetica, Vaccinazioni ed aspetti medico-legali
RIFORMA SANITARIA con Proposta di LEGGE Regionale Italiana, per vaccinazioni FACOLTATIVE
Il Thimerosal dei vaccini distrugge e/o altera la flora intestinale essendo una sostanza altamente tossica

Ecco il recente studio che ha coinvolto più di 17.000 bambini fino a 19 anni
Questo studio-indagine attualmente in corso è stato avviato dall’omeopata Andreas Bachmair.
Uno studio in inglese che dimostra, che bambini NON vaccinati sono più sani che i bambini vaccinati
http://www.naturalblaze.com/2014/02/studies-prove-without-doubt-that.html

"I bambini non vaccinati sono più sani" - Bologna, 28 ottobre 2015
A sostenerlo non sono pseudo-guaritori, maghi o fattucchieri. Ma oltre 120 medici che, dopo settimane di dibattiti e polemiche sul tema, escono allo scoperto con una lettera aperta all’Istituto superiore di sanità. Primo firmatario il cardiologo Roberto Gava, membro della ‘Società medicina centrata sulla persona’ di Bologna, appoggiato da oltre una ventina di professionisti emiliano-romagnoli e marchigiani.
Il corposo documento prende le mosse dalle affermazioni del presidente dell’Istituto, il professor Gualtiero Ricciardi (leggete i conflitti di interesse che questo soggetto ha con la GSK, produttore di vaccini), che ha recentemente sostenuto la sicurezza dei vaccini pediatrici: "Su 19 milioni di vaccinazioni ci sono stati soli 5 casi di reazioni gravi, peraltro non mortali".
Non è esattamente così per i firmatari della missiva che rivelano l’esistenza di "reazioni avverse che ammontano a migliaia di rilievi all’anno".
Non per questo vogliono essere classificati come i fautori del no, senza se e senza ma. E infatti nella premessa mettono in chiaro che, oggigiorno, un qualsiasi medico dotato "di buon senso" e di "un minimo di conoscenza scientifica" non può essere "contro le vaccinazioni pediatriche".
Ma poi mettono sul tavolo la loro esperienza sul campo. E cioè "pratica medica specializzata" accanto al bambino malato, non "frettolosa ma fatta di osservazione e ascolto, di considerazione di quello che lui ci comunica e subliminale e di quello che i genitori raccontano". E tutto ciò "ci ha aperto gli occhi".
La conclusione è destinata a suscitare scalpore: "I bambini non vaccinati appaiono indubbiamente e globalmente più sani, meno soggetti alle patologie infettive, specie delle vie aeree, meno soggetti ai disturbi intestinali e alle patologie croniche, meno soggetti a patologie neurologiche e comportamentali e scarsi consumatori di farmaci e di interventi sanitari".

E per dimostrare quanto asseriscono sono pronti a partecipare a un’indagine organizzata dall’Istituto superiore della sanità che confronti "nel modo più rigoroso" lo stato di salute dei piccoli completamente vaccinati con quella dei bimbi mai vaccinati.
Illustrano poi la loro dettagliata proposta articolata in quattordici punti. Spazia dalla richiesta di personalizzazione dei trattamenti ai tempi di somministrazione, dai compiti che il pediatra deve assolvere alla necessità di superare l’obbligo vaccinale.
"Se vogliamo servire la verità abbiamo solo una possibilità - concludono -: unirci tutti attorno ad un tavolo scientifico e discutere l’argomento con cuore aperto e libero da conflitti di interesse. Questo è il bene della Medicina, il resto è coercizione cieca e scontro frontale che prima o poi si rivelerà contro tutti noi".
Tratto da: quotidiano.net


http://www.rete-news.it/salute-causa-vaccini-145-000-bambini-morti-in-20-anni/
Vaccino Acelluvax (Chiron-Novartis) DANNOSO
Danni dei vaccini relazione di un padre

20 FATTI misconosciuti sui Vaccini + Perche' vaccinare ? + I miti dei Vaccini
La Verita' sullo studio del dott. Wakefield
MINISTERO della "SALUTE" italiano, avvelena i  nostri bambini con i Vaccini !
Alluminio ed altro....nei Vaccini ecco i gravi danni:
http://edgytruth.com/2016/07/18/vaccine-ingredients-comprehensive-guide/#
Storia dei Vaccini - 1 + Storia dei Vaccini - 2 + Dettagli scientifici sui Vaccini
La scomparsa delle malattie infettive NON e' dovuta ai vaccini ! (Francais)
Rapporto confidenziale del produttore dell'Infanrix (GSK) del 2011, leggetelo....

Lettera di un padre di bambino rovinato dai Vaccini
l'ASL DEVE per legge affiggere (esporre) su di una parete, gli effetti collaterali dei vaccini in ogni locale ove si vaccina
Premi in denaro ai medici che vaccinano...

Vaccine-story-Peer-Review-1000

Continua in:  Bambini piu' malati con i Vaccini - 1 + Bambini piu' malati con i vaccini- 2 +  Immunogenetica    Pag.2  +   Pag.3  +  Pag. 4